meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 28°
Ven, 27/05/2022 - 13:50

data-top

venerdì 27 maggio 2022 | ore 14:11

Villa c'è: ora tutti in... finale

Gara 4 ultra emozionante: Palayamamay gramito per l'ultima fida di semifinale che vede in campo Busto contro Villa Cortese. E questa volta paga l'esperienza.
resized_IMG_3313.jpg

E' la Mc Carnaghi Villa Cortese la prima finalista per lo scudetto della Findomestic Volley Cup A1 – Campionato del 150° Anniversario dell’Unità. Ieri sera l'ultima partita: Gara 4, Yamamay Volley Busto Arsizio vs Mc Carnaghi Villa Cortese. Palayamamay gremito di tifosi di tutte le età e gli immancabili supporters di entambe le squadre, Amici delle Farfalle in rosso da una parte, tifoseria bianco blu all’esatto opposto. In campo le formazioni titolari: schierate in casa Yamamay Campanari, Marcon, Bauer, Havlickova, Havelkova, Carocci e la capitana Serena; oltre rete Cruz, Aguero, Hodge, Calloni, Berg, Cardullo, capitanate da Anzanello. Tutto pronto per il fischio d’inizio di un match che si prospetta all’ultimo pallone e il clima surriscaldato dell’ambiente conferma tutte le previsioni: primo tocco è già subito una contestazione. Le ragazze di Busto sono visibilmente nervose, giocano un match agguerrito, ma la serenità in campo viene spesso a mancare, soprattutto Havelkova contesta diverse decisioni arbitrali (bisogna riconoscerlo, alcune dubbie, a sfavore di entrambe le formazioni) mentre le ospiti mostrano nervi saldi e grande determinazione. Ed è questo che ha giovato alla squadra di coach Abbondanza, la volontà di non mollare mai, anche nei momenti più difficili, come nel quarto set, quando Villa è sotto di 4-0: ma la costanza e la pazienza di una squadra non più giovanissima in fondo paga. Ma andiamo con ordine. Yama riesce a chiudere un primo set di fuoco sul 29 a 27, lottando su tutti i palloni, sbagliando poco e con una Serena ispirata, che amministra un’ottima regia di gioco, smarcando le giocatrici e giocando sui punto deboli di casa bianco-blu. Tanti muri per le farfalle, che in finale di set alzano la prima linea con Mejners al posto di Marcon: Villa fatica a trovare spazi liberi e perde set. Nel 2° set il livello di gioco è stellare, le formazioni si francobollano una all’altra e non si lasciano andare per più di due lunghezze, fino al 13-13, momento del distacco per Villa Cortese. Parisi chiama tempo al 14° punto per le avversarie, ma non serve a spezzare il gioco, Yama si risveglia al 18-20 su un attacco andato a segno di Havlickova e il palazzetto esplode, lasciando presagire una rimonta. Ma le ospiti non ci stanno e chiudono set sul 21 a 25. Terzo set è quasi una esatta replica del secondo, se non fosse per qualche sbaglio in battuta per entrambe le squadre e diversi errori arbitrali: ecco i primi cedimenti al nervosismo che purtroppo porteranno Yamamay alla sconfitta. Si chiude sul 22-25 per le ospiti, un Villa Cortese trainata dalle sue centrali, Anzanello e soprattutto Calloni, più che mai agguerrita. 4 set: anomalo inizio con Villa cortese in visibile difficoltà, ma che con la pazienza che in diversi momenti durante il campionato ha dimostrato riesce in una difficile ripresa, aiutata da qualche sbaglio di Yama e da una Berg che questa volta ritrova un gioco più pulito, riuscendo a servire le sue attaccanti con più precisione, aiutata sicuramente da una ricezione migliore. E non c’è storia: sul 13 a 15, Villa Cortese prende il largo e lascia indietro le farfalle, chiudendo set sul 20 a 25. Grande festa bianco blu, qualche lacrima bianco rossa: entrambe le squadre ringraziano il rispettivo pubblico, che durante il match non si è di certo risparmiato, fra cori e esplosioni di applausi. Finale di match: Yama 1, Villa 3. Per le ragazze di Abbondanza c'è da attendere la secnda finalista di questo emozionante campionato: sintonizzatevi questa sera su RaiSport1 in diretta l'ultimo match di semifinale tra Norda Foppapedretti Bergamo e Asystel Volley Novara, alle 20.30 dallo Sporting Palace.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento