meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 13°
Dom, 14/04/2024 - 02:50

data-top

domenica 14 aprile 2024 | ore 03:46

L'iter per acquisire un bene confiscato

L’Amministrazione comunale di Bareggio ha avviato la procedura per acquisire un nuovo bene confiscato alla criminalità organizzata: si tratta di un terreno di circa 27.000 metri quadrati situato in via Pedroli.
Bareggio - Municipio (Foto internet)

L’Amministrazione comunale di Bareggio ha avviato la procedura per acquisire un nuovo bene confiscato alla criminalità organizzata: si tratta di un terreno di circa 27.000 metri quadrati situato in via Pedroli. “A ottobre abbiamo manifestato ad ANBSC Agenzia
Nazionale Beni Sequestrati e Confiscati) l’interesse ad acquisire il bene al patrimonio
del Comune – spiega il sindaco Linda Colombo - Nei giorni scorsi abbiamo approvato
la delibera di Giunta e ora dovremo fare un passaggio in Consiglio comunale,
dopodiché potremo procedere col bando per l’assegnazione”. Si tratta del quarto bene confiscato alla criminalità che verrà riconvertito. “La casa di Manu” di via 4 Novembre e “La casa di Lea” di via Corbettina sono già attivi e forniscono ospitalità e servizi alle persone in difficoltà. Per la villa di via Aosta, invece, è scaduto nei giorni scorsi l’avviso pubblico per la gestione: “E’ pervenuta una proposta – fa sapere il sindaco – che verrà valutata nei prossimi giorni dalla commissione”. Ora questa nuova opportunità in via Pedroli: “Anche in questo caso la finalità sarà sociale – aggiunge il primo cittadino - Ad esempio, si potrebbe prestare a ospitare attività terapeutiche con gli animali come l’ippoterapia, ma vedremo le proposte che arriveranno da chi parteciperà all’avviso”. L’Amministrazione Colombo continua dunque nel suo percorso virtuoso per quanto riguarda i beni confiscati: “Come ho già avuto modo di sottolineare – conclude il sindaco – abbiamo fatto una precisa scelta politica che è quella di far valere il diritto di prelazione che spetta al Comune e acquisire tutti questi beni. Da un lato andiamo a potenziare l’offerta di servizi alla cittadinanza e dall’altro andiamo a ripristinare la legalità laddove c’era il malaffare”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi