meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Ven, 23/02/2024 - 20:20

data-top

venerdì 23 febbraio 2024 | ore 21:08

"Una storia d'amore e d'avventura"

Il gruppo di lettura della Biblitoeca civica discuterà de "La figlia del capitano" di Aleksandr Sergeevič Puškin, tra i maggiori poeti russi di sempre.
698.jpg

A Robecchetto con Induno, presso la biblioteca civica “Alda Merini”, in via Novara, giovedì 27 aprile alle ore 21.00, tornerà a riunirsi “Il Gruppo di lettura” che proporrà il libro “La figlia del capitano”, opera del poeta, saggista e scrittore russo Aleksandr Sergeevič Puškin, Rusconi Editore, 160 pagine.

“Questo libro è una storia di amore e di avventura che si svolge ai margini di una vicenda di guerra, di morte e di desolazione. Narra del giovane Pëtr Andréeic Grinëv, figlio di un severo ufficiale oramai a riposo che lo invia in una fortezza distante circa 40 km dalla città di Orenburg, ritenendo che il servizio militare prestato lontano dagli svaghi di San Pietroburgo, possa giovare alla sua formazione. Il giovane invece si innamora, ricambiato, della figlia del capitando dando il via a una lunga serie di tumultuosi eventi”, afferma il sindaco Giorgio Braga.

Aleksandr Sergeevič Puškin, morto il 29 gennaio 1837, è il maggiore e più significativo poeta russo di tutti i tempi che ha influenzato tutta la narrativa russa fino a Tolstoj e a Dostoevskij.

Chi non ha mai partecipato ed è interessata o interessato a provare questa esperienza, può chiedere informazioni alle bibliotecarie (tel. 0331876476, Whatsapp 3346097681, mail biblio [at] comune [dot] robecchetto-con-induno [dot] mi [dot] it). L’accesso è gratuito e non è indispensabile aver letto tutto il libro.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi