meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 32°
Mar, 05/07/2022 - 20:20

data-top

martedì 05 luglio 2022 | ore 21:11

Celebrazioni a capienza piena

Niente più il cosiddetto 'distanziamento sociale": di nuovo in chiesa, insomma, a capienza piena, dopo i due anni di limitazioni per l'emergenza Covid.
Bienate - La chiesa di Bienate

Niente più il cosiddetto 'distanziamento sociale": di nuovo in chiesa, insomma, a capienza piena, dopo i due anni di limitazioni per l'emergenza Covid. "Con il primo aprile scorso, infatti - spiega don Marco, parroco di Magnago e Bienate - si è tornati ad occupare tutti i posti sulle panche, anche se, è bene ricordarlo, rimangono, comunque, in vigore alcune regole fondamentali". Nello specifico, bisognerà evitare assembramenti, in particolar modo in fase di entrata e di uscita e per i fedeli che seguono le celebrazioni in piedi, quindi l'accesso potrà avvenire solo con la mascherina, meglio se Ffp2 e Ffp3, e dopo accurata igienizzazione delle mani. Ancora, continueranno a rimanere vuote le acquasantiere e per quanto concerne lo “scambio della pace”, la stretta di mano andrà avanti ad essere evitata, consigliando in alternativa di incrociare lo sguardo e/o accennare un inchino.

"La comunione, infine, si è ritornati a riceverla, già da qualche giorno prima, mettendosi in fila, pur con alcune indicazioni specifiche, ossia mantenendo la distanza, sempre con la mascherina e, una volta arrivati davanti al prete, prendendola sul palmo della mano - dice il sacerdote - Certamente le celebrazioni a capienza piena, sono un primo importante tassello verso quella normalità che in buona parte è mancata in questi ultimi anni. La speranza, inoltre, è che in questo modo, la chiesa si riempia di nuovo come in precedenza, perché con la pandemia si è notato un calo di presenze, soprattutto nella fascia dei giovani, bambini e famiglie".

CELEBRAZIONI DELLE MESSE: SI TORNA A CAPIENZA PIENA

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi