meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Lun, 06/12/2021 - 12:50

data-top

lunedì 06 dicembre 2021 | ore 12:21

Dairago e il 'post' voto

Dalla sindaca uscente e riconfermata alle altre due liste 'in corsa' alle elezioni comunali. I commenti dopo l'esito delle urne.
Dairago / Politica - 'Civica Dairago' riconfermata alla guida del paese

"Sono onorata e fiera di continuare a lavorare e pormi al servizio della nostra comunità". Paola Rolfi è il ritratto della felicità dopo la sua riconferma a primo cittadino di Dairago. E continua: "Siamo pronti, ancora una volta, a lavorare per il bene di Dairago". Rolfi, con 1081 voti pari al 40,96 per cento, ha messo in fila i due contendenti ovvero Milvia Borin (UniAmo Dairago) che si è fermata a 926 (35,09 per cento) e Federico Olgiati (Scelgo Dairago) con 632 (23,95 per cento). "Abbiamo fatto molto e c'è sicuramente ancora molto da fare - ha aggiunto Rolfi - il nostro impegno continua". "UniAmo Dairago - spiegano dall'entourage di Milvia Borin - esprime il ringraziamento alla cittadinanza e soddisfazione per il consenso accordato, un gruppo di persone coeso e non supportato da alcun partito ha ottenuto un voto che è stato espressione anche di tante preferenze personali e questo ci rende ancora più fieri del risultato". UniAmo si congratula anche con fairplay con Rolfi per "L'esito ricevuto". Scelgo Dairago, dal canto suo, con il suo candidato Federico Olgiati, osserva: "632 volte grazie, i membri della squadra di Scelgo Dairago ci tengono a ringraziare tutti i dairaghesi che hanno creduto nel nostro programma, nelle nostre persone e nella nostra visione di una Dairago del futuro, il nostro ruolo come minoranza non sarà da semplici spettatori, le nostre congratulazioni vanno ai vincitori".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi