meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 11°
Mar, 26/10/2021 - 10:50

data-top

martedì 26 ottobre 2021 | ore 11:51

"Progetti di utilità collettiva"

I filoni scelti sono tre: pedibus, vigilanza davanti alle scuole e attraversamento pedonale e tinteggiatura degli uffici comunali.
Busto Garolfo - Susanna Biondi

I filoni scelti sono tre: pedibus, vigilanza davanti alle scuole e attraversamento pedonale e tinteggiatura degli uffici comunali. L'amministrazione comunale di Busto Garolfo retta dal sindaco Susanna Biondi mette in pista i suoi "Progetti di utilità collettiva". " I progetti - si legge nella delibera di adozione - devono partire dai bisogni della collettività, prevedere occasioni di empowerment tenendo conto delle competenze individuali e possono essere attuati negli ambiti culturale, sociale, artistico, ambientale, formativo e di tutela dei beni comuni". Per ora l'attenzione della giunta si è concentrata su tre ambiti ma non è escluso che, in futuro, ne abbracci ulteriori. "Il progetto - spiega sempre la delibera- prevede l'organizzazione di attività da parte dei comuni e degli altri soggetti individuati dalla normativa, non sostitutive di quelle ordinarie e riguardanti sia nuove attività che potenziamento di quelle esistenti". Il Pedibus rappresenta la possibilità per i ragazzi di raggiungere la scuola a piedi coadiuvati da accompagnatori che li condurranno lungo percorsi precisi e predefiniti, l'attraversamento pedonale e la vigilanza davanti alle scuole sono assimilabili alle funzioni svolte già da tempo dai cosiddetti "nonni vigili" e certamente fattore di maggiore tranquillizzazione tanto per i figli quanto per i genitori.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi