meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno -2°
Mer, 19/01/2022 - 02:50

data-top

mercoledì 19 gennaio 2022 | ore 02:57

"Regolamenti vetusti: niente superbonus"

Regolamenti edilizi vetusti che non permettono ai cittadini di beneficiare del super bonus 110% per gli interventi. È quanto denuncia il geometra Teresio Garavaglia di Bernate.
Attualità - Superbonus 110% (Foto internet)

Regolamenti edilizi vetusti e inadeguati che non permettono ai cittadini di beneficiare del super bonus 110% per gli interventi. È quanto denuncia il geometra Teresio Garavaglia di Bernate Ticino. Il problema è quanto mai attuale perché si riferisce al ben noto ecobonus. Per fare un esempio la possibilità di beneficiarne riguarderebbe anche coloro che sono intenzionati a realizzare un cappotto termico, ovvero l’isolamento termico delle pareti di un edificio. “È semplicemente assurdo che tutti i comuni del nostro territorio – afferma – non danno la possibilità ai cittadini di realizzare il cappotto termico lungo la strada pubblica per il miglioramento energetico del proprio edificio residenziale”. Il geometra ha chiamato personalmente gli uffici tecnici dei comuni di Robecchetto con Induno, Inveruno, Bernate Ticino e Boffalora sopra Ticino. “Nessuno di questi comuni permette di fare il cappotto termico in aderenza alla via pubblica – continua – Quindi come la mettiamo con la legge del super bonus 110%? Risulta anche che il 90% degli edifici residenziali ha piccole difformità edilizie e quindi non hanno la possibilità di beneficiare del bonus. Basta fare un giro di telefonate per rendersi conto che, per i comuni del nostro territorio, è un fastidio enorme dare permessi per effettuare un regolare cappotto termico su fronte strada pubblica. O i comuni si adeguano alla legge super bonus, altrimenti non partirà nulla”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi