meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto 12°
Gio, 22/10/2020 - 02:50

data-top

giovedì 22 ottobre 2020 | ore 03:37

Busto Arsizio: primo reparto pieno

All’ospedale di Busto Arsizio, uno degli hub anti-coronavirus di Regione Lombardia, si è riempito rapidamente il primo reparto covid ed è scattata la seconda fase del piano d’emergenza.
Busto Arsizio - Reparto per Covid-19

Tra gli ospedali hub previsti dal piano regionale c'è anche quello di Busto Arsizio, dove sono occupati i 19 letti del reparto di malattie infettive previsti dalla prima fase del piano. Ma visto il proseguo di richieste, soprattutto da Milano città, in città ci si prepara per la 'fase 2'.
La notizia e l'intervista è stata rilasciata ai nostri colleghi di 'Fanpage': "I pazienti sono in forte aumento, è difficile fare previsioni ma l'attenzione è massima. Abbiamo un piano su tre livelli di allerta che ci permette di attivare progressivamente un numero crescente di letti per pazienti Covid. Al momento siamo già nella seconda fase. Ora per aiutare gli ospedali a resistere saranno decisivi i comportamenti individuali. Serve la massima attenzione", ha spiegato a Fanpage.it Eugenio Porfido, direttore generale della Asst Valle Olona, l'azienda che comprende gli ospedali di Busto Arsizio, Saronno, Gallarate e Somma Lombardo, in provincia di Varese.
La situazione è in rapida evoluzione, con numeri in crescita da un paio di settimane. "Ma abbiamo ancora un buon margine. Il terzo livello ci permette di arrivare a 120 letti di degenza e 16 in terapia intensiva nei quattro ospedali della nostra Asst", assicura il dg dell'azienda sanitaria del sud della provincia di Varese. Se la situazione dovesse precipitare, la struttura sarebbe in grado di fare anche uno sforzo ulteriore, "ma per farlo sarebbe necessario interrompere l'attività ordinaria, uno scenario che dobbiamo scongiurare".
Tutte ipotesi e piani di lavoro a cui nessuno sarebbe voluto arrivare, quanto meno non adesso. Perchè ora, capire l'andamento dell'epidemia è davvero complesso e il rischio di inseguire il virus è reale.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi