meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Lun, 19/10/2020 - 22:20

data-top

lunedì 19 ottobre 2020 | ore 22:58

Scuola: prima pietra

La posa della prima pietra della nuova scuola Elementare di Villa Cortese, di cui in paese si parla da oltre quindici anni, è diventata realtà.
Scuola - Un'aula (Foto internet)

Di vivere questo momento non gli è quasi sembrato vero. La posa della prima pietra della nuova scuola Elementare di Villa Cortese, di cui in paese si parla da oltre quindici anni è diventata realtà. Adesso il progetto è, quindi, uscito dall'elenco dei desiderata per imboccare il sentiero della realizzazione. E il sindaco Alessandro Barlocco, che lo aveva vissuto fin dai tempi in cui era vice del precedente primo cittadino Giovanni Alborghetti, è il ritratto della felicità. La creazione del plesso con cui l'Amministrazione punta a garantire una struttura dotata di maggiore funzionalità e sicurezza agli studenti poggia su un importo robusto. 7 milioni e 550 mila euro. In soccorso della somma è venuto anche un finanziamento di 4 milioni frutto della partecipazione a un bando. Il luogo scelto per l'ubicazione, che negli anni non ha mancato di suscitare accesi dibattiti in paese, è la via XXV Aprile, in prossimità dell'oratorio, su un'area che misura novemila metri quadrati. Il progetto ha un assetto decisamente multicolore: venti aule didattiche dotate ognuna di sedici posti e cinque adibite ad attività di laboratorio, un centro polifunzionale a uso non solo di attività sportive ma anche di eventuali momenti di convivialità del paese, una mensa nuova di zecca. La struttura si candida insomma a diventare un biglietto da visita dorato di una Villa Cortese desiderosa di crescere sempre di più in qualità della vita. "Sono molto contento che questo progetto sia finalmente arrivato al decollo - spiega il sindaco - In questi anni non ci si era riusciti per varie ragioni, ma l'importante, ora, è che la prima pietra sia stata posata".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi