meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 21°
Mar, 04/10/2022 - 12:50

data-top

martedì 04 ottobre 2022 | ore 13:06

Otto punti all'ordine del giorno

Tanti gli argomenti trattati nel corso dell'ultimo Consiglio comunale
Magnago - Consiglio comunale (Foto internet)

Lo scorso martedì sera si è tenuto a Magnago il Consiglio comunale con otto punti all’ordine del giorno: approvato il bilancio 2009 dell’Azienda Speciale Pluriservizi di Magnago, con un utile di circa 80.000 euro, di cui circa 50.000 al fondo finanziamenti e sviluppo e 30.000 a distribuzione dividendi, cioè al Comune. Approvato poi il Conto consuntivo 2009, con un avanzo di amministrazione di 575.000 euro circa, di questi circa 360.000 euro, cioè fondi non vincolati, saranno utilizzati per rimborsare mutui, contratti negli anni dall’Amministrazione. Approvati ancora il regolamento per l’istituzione del Corpo di polizia amministrativa e locale e la convenzione tra i Comuni di Arconate, Buscate, Castano, Cuggiono, Dairago, Magnago, Turbigo, Vanzaghello per la gestione a livello sovra comunale dei servizi di anagrafe estesa, internet web, sistema informativo territoriale. Il Gruppo consiliare del Partito democratico ha presentato una mozione contro la privatizzazione dell’acqua, tema in questo periodo particolarmente dibattuto: la mozione in pratica chiede che il Consiglio comunale si impegni a confermare il principio della proprietà e gestione pubblica del servizio idrico e che tutte le acque sono pubbliche e costituiscono una risorsa da utilizzare secondo criteri di solidarietà e principi di efficienza, che sappiano garantire servizi di qualità, un ambiente sostenibile, diritti per i cittadini. Voto contrario della maggioranza di centro-destra. Presentata poi sempre dal Gruppo consiliare del Partito democratico un’interpellanza con lo scopo di promuovere da parte del Comune di Magnago acquisti verdi, ovvero prodotti fabbricati con materiali riciclati. Il Decreto Ministeriale 8 maggio 2003 prevede che negli uffici pubblici e le società a prevalente capitale pubblico coprano il fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota di prodotti ottenuti da materiale riciclato nella misura non inferiore al 30% del proprio fabbisogno.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi