meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 16°
Dom, 31/05/2020 - 08:20

data-top

domenica 31 maggio 2020 | ore 08:37

Il PD dai fratelli Cervi

Il Circolo PD visiterà la casa dei fratelli Cervi di Gattatico, sede del Museo per la storia dei movimenti contadini, dell’antifascismo e della Resistenza nelle campagne.
Attualità - Museo Cervi (Foto internet)

Il Circolo PD di Turbigo e Nosate ha organizzato una gita in pullman, che si terrà sabato 14 settembre, per visitare la casa dei fratelli Cervi di Gattatico (RE), sede del celebre Museo per la storia dei movimenti contadini, dell’antifascismo e della Resistenza nelle campagne. Oltre ad iscritti e simpatizzanti del Circolo PD, parteciperanno anche il segretario della Zona Altomilanese Enrico Cozzi, alcuni amministratori del Castanese e rappresentanti dell’ANPI Turbigo. Durante la giornata ci sarà un bellissimo incontro, per una sorta di 'gemellaggio', con gli amici del Circolo PD di Gattatico (con il quale Turbigo ha organizzato tale iniziativa), oltre che con il sindaco e l’Amministrazione comunale del paese emiliano e con il presidente ANPI della sezione locale. "In un periodo storico in cui molti ritengono che la politica si possa ormai fare solamente tramite i social, la 'rete' o la televisione, noi crediamo, al contrario, che debbano essere portate avanti, in collaborazione tra circoli del PD territorialmente non vicini, iniziative concrete per riscoprire o esaltare i veri valori alla base dell’impegno politico: accoglienza, conoscenza, condivisione, partecipazione, amicizia, contatto umano. Questo appuntamento vuole esserne, dunque, un semplice, ma importante esempio, che ci auguriamo possa essere imitato e ripetuto da parte di altri circoli della nostra zona e di tutta Italia". Per informazioni e prenotazioni, scrivere all'indirizzo mail: info [dot] pdturbigo [at] libero [dot] it.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi