meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 11°
Gio, 01/10/2020 - 01:20

data-top

giovedì 01 ottobre 2020 | ore 02:25

'Bridge': "Rassicurazioni e attenzione"

Chiusura di Linate e trasferimento a Malpensa: Turbigo chiede rassicurazioni su voli notturni e tempistiche rispettate. Intanto, l'attenzione continuerà ad essere alta.
Territorio - Aereo (Foto d'archivio)

Da una parte le rassicurazioni arrivate, dall'altra, però, l'attenzione che era, è e sarà come sempre massima. Non si abbasserà, insomma, la guardia; in fondo non l’hanno mai fatto prima e non lo faranno tantomeno e ancor di più adesso il sindaco di Turbigo Christian Garavaglia e l’assessore all’Ambiente ed all'Ecologia Fabrizio Allevi, perché con la chiusura per tre mesi (fino al 27 ottobre) dell’aeroporto di Linate ed il conseguente trasferimento delle attività a Malpensa, inevitabilmente ci saranno ripercussioni anche e soprattutto nella nostra area. "Si tratta di un’operazione certamente complessa e che comporterà un aumento del traffico aereo nella zona – affermano – Proprio per questo motivo, nel corso dell’incontro della commissione aeroportuale svoltosi qualche settimana fa proprio allo scalo della provincia di Varese, come Amministrazione abbiamo richiesto esplicitamente notizie e, in modo particolare, rassicurazioni almeno per gli orari notturni. Una tematica da tempo è al centro di confronti, dibattiti e discussioni che vede, purtroppo, protagonista appunto il nostro paese". Secondo alcune indagini condotte da Arpa Lombardia (risalenti all’anno 2017), infatti, il Comune del Castanese sarebbe fortemente impattato dai sorvoli di aerei in partenza o diretti all’aeroporto del territorio (sempre in base agli studi effettuati all’epoca, grazie all’utilizzo di specifici siti che valutano le tracce radar, ed in particolare, tra le 23 e le 6 del mattino, sopra le abitazioni turbighesi era stato rilevato il passaggio di circa 43 voli, di cui 10 rotte di decollo). «A tale proposito, dunque – continua il primo cittadino – ci è stato risposto che lo scenario notturno rimane invariato; certo è, però, che vigileremo e attenzioneremo la situazione in maniera costante per l’intera durata dello stop di Linate». Ma il traffico aereo è solo uno dei punti sotto la lente d’ingrandimento, perché contemporaneamente ci si è mossi anche per ciò che concerne il monitoraggio acustico. «Ci hanno assicurato – spiegano sindaco e assessore – che le centraline già esistenti svolgeranno di continuo la loro attività, appunto per avere i singoli dati del periodo. E, allo stesso tempo, abbiamo avuto conferma che l’apertura di Linate non subirà slittamenti rispetto a quanto previsto dal programma». «Ovvio che vigileremo su ciò che accadrà e su ciò che è stato detto – conclude Allevi – Più nello specifico, l’attenzione che sarà posta in essere sul territorio potrà tradursi in valutazioni utili a migliorare le condizioni attuali, in particolare in tema di inquinamento acustico e atmosferico. Almeno questo è il risultato che ci impegneremo a conseguire».

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi