meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia 12°
Lun, 20/05/2019 - 08:20

data-top

lunedì 20 maggio 2019 | ore 08:31

"Un dolore immenso. Ciao Armando"

Armando Danna era in sella al suo scooter quando è avvenuto lo scontro con un'auto. Lacrime e un grandissimo vuoto in tutto il paese, dove era grande il suo impegno nel volontariato e nel sociale. Tanti i messaggi di cordoglio che stanno arrivando.
Turbigo - Armando Danna

La notizia arriva come 'un fulmine a ciel sereno', mentre in molti sono assieme per i festeggiamenti di Carnevale. Terribile, atroce, di quelle che ti lasciano senza parole e che ti fanno segnare il volto dalle lacrime. E insieme, poi, i messaggi, che ormai da ore si susseguono sulle varie pagine facebook: "Come è possibile". "Non ci credo". "No, non può essere". Sono tanti, tantissimi, così come i ricordi, perché l'Armando lo conoscevano tutti a Turbigo e tutti ancora non riescono a capacitarsi che non ci sia più. Volato via per sempre in un tragico incidente stradale proprio nel pomeriggio di oggi, mentre in sella al suo scooter stava percorrendo la strada perimetrale dell’aeroporto di Malpensa che collega il Cargo City con il Terminal 1. Lo schianto attorno alle 14: un urto violento contro un'auto, che purtroppo non gli ha lasciato scampo. Sul posto sono prontamente intervenuti i mezzi di soccorso e gli agenti della polizia stradale, ma a nulla sono serviti i tentativi di rianimazione messi subito in atto dai soccorritori. Ci hanno provato in ogni modo, però alla fine si sono dovuti arrendere constatando il decesso di Armando Danna, classe 1951, disponendo il suo trasferimento in camera mortuaria per l'esame autoptico. Mentre il conducente dell'automobile, sotto shock, è stato trasportato in codice verde in ospedale, per ulteriori accertamenti. Che cosa è accaduto? Toccherà, adesso, alla polstrada, dopo avere effettuato tutti i rilievi necessari, stabilire l'esatta dinamica del sinistro e, intanto, il silenzio si è mischiato con il dolore ed il cordoglio di un paese intero alla famiglie del turbighese. Un vuoto immenso quello che lascia l'Armando, perché a Turbigo era uno di quei cittadini sempre in campo quando c'era da dare un mano, impegnato attivamente nel volontariato e nel mondo del sociale. Una figura che mancherà a chiunque. Un punto di riferimento che se ne è andato, ma che rimarrà sempre vivo nella mente e nei cuori di tutti.

Rispondi