meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 30°
Mer, 06/07/2022 - 12:20

data-top

mercoledì 06 luglio 2022 | ore 12:30

Le origini del Primo Maggio

Generiche - Primo Maggio, lavoratori in protesta

“Alle origini del Primo Maggio…” è questo il titolo dell’incontro organizzato dall’Ecoistituto della Valle del Ticino presieduto da Oreste Magni e dall’Archivio del Lavoro con il patrocinio delle tre sigle sindacali CIGL, CISL e UIL.
Al dibattito, in programma mercoledì 30 aprile, alle 21, presso il centro ‘Le Radici e le Ali’ – già chiesa di Santa Maria in Braida – a Cuggiono, interverrà Maurizio Antonioli, storico del movimento sindacale e docente di Storia contemporanea presso l’Università Statale di Milano. Il relatore, in particolare, si soffermerà su questa importante pagina di storia, forse oggi poco conosciuta, ambientata nell’America dei lavoratori immigrati di fine Ottocento, dei “Martiri di Chicago”, della lotta per le otto ore, e delle agitazioni che ne seguirono in tutti i paesi industrializzati.
Per la CISL sarà presente Giuseppe Oliva componente della Segreteria Metropolitana e già Segretario generale della UST CISL Legnano Magenta.
“Partecipo con estremo interesse a quest’iniziativa – dichiara Oliva – poiché ritengo che mai come in questa fase storica così delicata e nella quale il tema del lavoro rappresenta una criticità per molti cittadini, sia necessario rilanciare il significato della festa del Primo Maggio partendo proprio dalle origine storiche di questa ricorrenza”.
“Dobbiamo tutti insieme ripartire dal lavoro e dal rilancio delle politiche occupazionali – sottolinea Oliva – deve essere questo il tema numero uno nell’agenda di ogni forza politica”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi