meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, pioggia
Sab, 03/12/2022 - 15:50

data-top

sabato 03 dicembre 2022 | ore 16:08

Nido: risolta la situazione educatrici

Manterranno il contratto Enti Pubblici. Per quanto riguarda l’asilo, verrà comunque dato in concessione ai privati con un futuro alquanto incerto.
Magnago - La questione Asilo Nido (Foto internet)

Il Comune di Magnago nel mese di febbraio aveva deciso di dare in concessione ai privati l’asilo nido con le quattro educatrici. Di fronte a questa situazione le lavoratrici si erano rivolte alla cub di Legnano per tutelare i loro diritti. Era così iniziato un lungo confronto tra il Comune e le lavoratrici assistite dalla Cub di Legnano che aveva costretto il Comune a decidere un primo stanziamento economico per salvaguardare il salario e per favorire la mobilità delle lavoratrici in altri Comuni. Proprio a seguito del bando emesso per l’assunzione tramite mobilità tra enti di 5 educatrici, giovedì 16 giugno il Comune di Busto Arsizio ha comunicato che dal 1 settembre 2011 assumerà tutte e quattro le educatrici dell’asilo nido, che così continueranno ad operare nell’ambito del contratto pubblico degli enti locali.
Questo è una notizia importante, innanzitutto per le lavoratrici e per il loro futuro. Pertanto l’incontro già fissato martedì 21 col Comune di Magnago e l’azienda privata sull’armonizzazione dei trattamenti contrattuali sarà una pura formalità perché non c’è più il contendere. Tra l’altro con il Comune avevamo sfiorato una denuncia per attività antisindacale perché nell’apertura della procedura non aveva avvisato la Cub. Poi la cosa era rientrata con una lettera riparatoria del Comune stesso. La trattativa si presentava comunque complicata in quanto, oltre le differenze salariali che il Comune si era impegnato a coprire vi erano enormi differenze normative tra il contratto enti locali e Aninsei che avrebbero peggiorato le condizioni di lavoro. Rimane però intatto il nostro giudizio negativo sulla privatizzazione dell’asilo nido ( alla Olga Fiorini) che si prospetta con un futuro alquanto incerto. Verrà così privatizzata una struttura operante dal 1979 che ha avuto grandi apprezzamenti sia per la qualità del servizio sia per la grande professionalità delle educatrici. Da capire anche gli ulteriori risparmi ( 38.000 €) che il Comune farà dove verranno dirottati e come il nuovo personale verrà assunto. Speriamo che i partiti politici di Magnago, anche di opposizione, abbiano la voglia di porre questi problemi, dato che in questa vicenda sono stati alla finestra. Per la Cub, la soddisfazione che le iniziative messe in campo abbiano contribuito a risolvere positivamente il problema del personale che era il nostro primo obbiettivo.

16 giugno 2011 CONFEDERAZIONE UNITARIA DI BASE LEGNANO

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi