meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Mer, 17/04/2024 - 06:50

data-top

mercoledì 17 aprile 2024 | ore 07:23

Son... 'Luoghi Ritrovati'

L'edizione 2011 dedicata al pittore, scultore ed architetto, Carlo Bonomi. La Pro Loco ricorda un artista che ha scritto pagine e pagine di storia locale e nazionale.
Turbigo - Con la Pro Loco tra i 'Luoghi Ritrovati'

Il suo ricordo è ancora vivo. Le sue opere sono e saranno sempre un punto di riferimento per Turbigo, il territorio e l’Italia intera. Pittore e scultore, ma anche architetto e figura capace di scrivere pagine e pagine di storia, Carlo Bonomi era stato tutto questo (artistia di straordinarie qualità), ed è, proprio a lui che, quest’anno (a 50 anni dalla sua morte), la Pro Loco turbighese ha voluto dedicare l’edizione 2011 di ‘Luoghi Ritrovati’, iniziativa nata per valorizzare e riscoprire le risorse culturali locali ed i luoghi dimenticati del paese e, contemporaneamente, un momento di aggregazione sociale. Ben 150 i partecipanti che, l’altro giorno, si sono ritrovati per questo evento davvero unico. Prima tappa è stato il BarZ8 per la colazione, quindi, ci si è spostati nel piazzale della chiesa Beata Vergine Assunta, dove sono stati illustrati il significato della giornata e la storia del Castello turbighese, il cui restauro venne progettato dallo stesso Bonomi. Da qui, il gruppo si è diretto alla Villa ‘La Selvaggia’, dell’architetto Angelo Vittorio Mira Bonomi, dove si è sviluppata la vita dell’artista che vi ha insediato il suo laboratorio. Ma “Luoghi Ritrovati” è stata anche l’occasione per visitare la gipsoteca, in cui sono conservati i calchi in gesso di alcune sue celebri sculture cimiteriali (molte delle quali si trovano in vari cimiteri monumentali italiani) e, successivamente, riscoprire visivamente le opere che si trovano al camposanto cittadino (con la visita anche al monumento ai caduti). Ancora, in attesa di riprendere il cammino, ai presenti è stato offerto un aperitivo in un altro edificio progettato, appunto, dallo stesso Carlo Bonomi, ossia la Villa Cadorina della famiglia Machiné. La giornata si è, poi, conclusa con il pranzo in una villa con parco lungo il Naviglio Grande, gentilmente concessa dai coniugi Garavaglia. “Vogliamo ringraziare – hanno sottolineato la presidente ed il vicepresidente della Pro Loco turbighese, Marta Barcaro e Luca Bottini, così come l’intero gruppo – quanti hanno preso parte all’evento, quindi l’Amministrazione comunale per il patrocinio, le famiglie Mira Bonomi, Machiné e Garavaglia, oltre alla Croce Azzurra, Protezione Civile, Gastronomia ‘Il Maccheronico’, panificio Bove, pasticceria Battaini e Garghetti Assicurazioni s.a.s Milano Assicurazioni, Divisione La Previdente, per l’importante aiuto e collaborazione. Per tutti è stata un’emozione ed un appuntamento di grande significato”. (FOTO GUIDOLIN)

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi