meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Mer, 17/04/2024 - 06:50

data-top

mercoledì 17 aprile 2024 | ore 07:49

Turbighese - Ticinia: derby playout

Dopo la gara di andata (finita 3 - 1 per la Turbighese), le due squadre si preparano al ritorno, per giocarsi la permanenza in Prima Categoria.
Sport Locale - Turbighese-Ticinia: derby playout (Foto internet)

C’è soddisfazione a Turbigo (che non vuol dire, assolutamente, rilassamento). C’è, invece, delusione, ma non rassegnazione, in quel di Robecchetto con Induno. Gli umori sono molto opposti, ma, in fondo, diversamente non potrebbe essere. Perché, se da una parte, la gara di andata dei playout potrebbe avere decretato (usiamo il condizionale, visto che si deve giocare ancora il ritorno) la permanenza in Prima Categoria della Turbighese, dall’altra ha, o almeno dovrebbe avere sancito la retrocessione della Ticinia. Così, oggi, che il secondo appuntamento con gli spareggi è, ormai, imminente (domenica 29 maggio), mentre i ragazzi di mister Marco Dell’Acqua possono guardare alla sfida con maggiore tranquillità (forti del 3 – 1, maturato nella partita di andata fuori casa, in quello che, da sempre, è uno dei principali derby del territorio), quelli del tecnico Marco Garavaglia sono consapevoli che non potranno lasciare spazio agli avversari, bensì dovranno prendere in mano le redine del match fin dal primo minuto (per evitare il ritorno in Seconda Categoria, infatti, la Ticinia deve vincere 3 – 0, o almeno con 3 gol di scarto, e, solo allora, la permanenza in Prima sarà garantita). “Sicuramente – dice l’allenatore della Turbighese, Dell’Acqua – il risultato della gara di andata ci fa guardare con maggiore tranquillità al ritorno. Questo, però, non vuol dire che lasceremo campo libero alla Ticinia, anzi dovremo essere bravi a fare filtro a centrocampo, sfruttando le ripartenze e gli spazi che, con ogni probabilità, ci lasceranno gli avversari. Giocare in casa sarà, inoltre, un vantaggio non indifferente: bisognerà mantenere la concentrazione e la giusta determinazione, concedendo poche possibilità di arrivare nella nostra area. A loro serve un 3 – 0 per passare, noi, invece, abbiamo a favore anche la posizione in classifica che, in caso di parità, alla fine della doppia sfida, ci consentirebbe di raggiungere il traguardo della salvezza. E, poi, recupereremo alcuni giocatori fondamentali e la rosa sarà quasi al completo”. “Non possiamo negare – commenta il tecnico della Ticinia, Marco Garavaglia – che il ritorno sarà molto difficile, in base a quanto successo all’andata. Cercheremo, comunque, di giocarcela fino alla fine. Dovremo essere bravi a rimanere compatti ed uniti, lasciando pochi spazi agli avversari e tenendo in mano noi le redini della partita. E, poi, bisognerà essere più concreti sotto porta: domenica scorsa siamo andati in vantaggio ed abbiamo avuto alcune occasioni per raddoppiare”. “Sarà dura – continua il dirigente accompagnatore della Ticinia, Mirko Fortunati – Dobbiamo solo vincere, senza prendere gol o almeno con tre reti di scarto. Ce la metteremo tutta, comunque essere arrivati ai playout è, già, un risultato significativo, viste alcune difficoltà riscontrate nel corso del campionato”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi