meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Mer, 19/01/2022 - 17:50

data-top

mercoledì 19 gennaio 2022 | ore 17:02

'Il vuoto uccide': "No al cyberbullismo"

Progetto U(n)perfect Hack contro il cyberbullismo: l’Istituto Omnicomprensivo Europeo di Arconate e Buscate, rappresentato dalla classe 2^ A, si è aggiudicato il primo premio con il cortometraggio dal titolo 'Il vuoto uccide'.
Scuole - Liceo di Arconate contro il cyberbullismo

Presentato nell’ambito del progetto U(n)perfect Hack, (tu imperfetta perfezione), promosso dalla Regione Lombardia e dall’Ufficio Scolastico per la Lombardia, nella giornata del 5 novembre si è tenuto presso palazzo Pirelli a Milano un incontro tra scuole e studenti per la lotta al cyberbullismo. All’evento ha preso parte anche l’Istituto Omnicomprensivo Europeo di Arconate e Buscate, rappresentato dalla classe 2^ A arconatese, che si è aggiudicata il primo premio con il cortometraggio dal titolo 'Il vuoto uccide'. La produzione del corto, inserita all’interno di una gara progettuale (hackathon), è stata l’occasione per invitare ad ideare e a proporre soluzioni concrete e realizzabili contro il cyberbullismo. Il progetto è stato il risultato di un percorso di diverse settimane, ci fanno sapere dal liceo di Arconate, e ha visto impegnati alunni e insegnanti in un cammino di sensibilizzazione. Grazie al lavoro di squadra dei docenti, il video dei liceali di Arconate ha superato la prima fase, accedendo alle finali tenutesi alla presenza dei vertici della Regione Lombardia: l’assessore alla Sicurezza, Riccardo De Corato, il direttore generale della Sicurezza, Fabrizio Cristalli, e il direttore generale dell’USR di Lombardia, Augusta Celada. Quattro sono stati gli elaborati multimediali premiati, tra questi ha primeggiato quello presentato dagli studenti dell’Istituto Omnicomprensivo di Arconate. Nel presentare il cortometraggio la professoressa Boracchi, preside della scuola organizzatrice, ha voluto sottolineare il grande valore del filmato che, per la vicenda e per il grado di empatia prodotto, ben raggiunge “Lo scopo di colpire profondamente gli spettatori per sensibilizzarli e spingerli a modificare i propri comportamenti, facendosi carico del dolore degli altri e reagendo a difesa dei più deboli”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento