meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 24°
Dom, 13/06/2021 - 23:50

data-top

martedì 15 giugno 2021 | ore 00:41

Scala: su di nuovo il sipario

Il Teatro alla Scala di Milano ha aperto di nuovo le sue porte, tra fiducia e speranza nel futuro. Pubblico, finalmente, in presenza, per questa ripartenza dopo i lunghi mesi di 'stop'.
Milano - Teatro alla Scala (Foto internet)

Un numero che, inevitabilmente, rimarrà per sempre stampato nella memoria: 199. Tanti, infatti, sono stati i giorni di chiusura del Teatro alla Scala di Milano, ma, finalmente, dopo mesi e mesi lunghi e difficili, ecco che il sipario è tornato ad alzarsi. Si è riaperto (in presenza), insomma, guardando al presente ed al futuro con quella speranza che, d'ora in avanti, le cose possano migliorare e che si riveda, un po' alla volta, la normalità. "Un momento simbolico e, spero, di buon auspicio per il mondo della cultura e dello spettacolo. Cultura e spettacolo che, insieme al turismo, saranno decisivi per l'attrattività della Lombardia e di tutto il sistema Italia - lo ha scritto sulla sua pagina Facebook il presidente lombardo, Attilio Fontana, a poche ore proprio dalla ripresa - Oggi siamo di fronte ad un prestigioso punto di partenza, con il Teatro alla Scala che si conferma ambasciatore vincente e ineguagliabile della nostra regione e dell'Italia intera". "La ricostruzione post Covid deve essere anche fisica e non solo digitale. Dalla Scala, che ha riaperto al pubblico, parte un grande segnale di fiducia e di coraggio per Milano e per il Paese a rimettersi in cammino - ha aggiunto Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio e di Confcommercio Milano - Come nel 1946 il concerto di Toscanini al Piermarini segnò l'inizio della rinascita del dopoguerra, ci auguriamo che i concerti di Chailly (10 maggio) e Muti (11 maggio) possano davvero aprire la stagione di una nuova crescita culturale, economica e sociale italiana".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento