meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 17°
Mar, 18/06/2024 - 02:50

data-top

martedì 18 giugno 2024 | ore 03:22

Vivere la Pasquetta

Scopriamo l'origine e le curiosità della festività da sempre legate a gite e giornate 'fuori porta'. Tra tradizioni, idee e riti per stare insieme, divertirsi e condividere.
Eventi - Pasquetta... insieme

Lunedì dell’ Angelo, più comunemente conosciuto con il nome di ‘Pasquetta’, è il giorno seguente alla celebrazione pasquale. In accordo con la tradizione cristiana, la Pasqua è determinata tenendo conto di due fenomeni naturali: l’equinozio di primavera e le fasi lunari. Partendo dal giorno dell’equinozio primaverile, si considera il primo giorno di luna piena dopo l’equinozio, la domenica che lo segue è Pasqua e, di conseguenza, Pasquetta è il lunedì successivo. Il Lunedì dell’Angelo è festivo in quasi tutta Europa e in coincidenza con l’arrivo della bella stagione, il tempo più mite e i fiori che cominciano a sbocciare sui rami degli alberi ed occhieggiare nei prati, diventa il momento per coinvolgere amici e parenti in passeggiate, pic-nic, visite culturali all’insegna del divertimento e della bella compagnia. Varie e bizzarre sono le tradizioni che sia in Italia che all’estero caratterizzano questo giorno. In Polonia, per esempio, i ragazzi rincorrono le ragazze per bagnarle con secchi d’acqua per poterle invitare a cena; in Repubblica Ceca, le ragazze dipingono e decorano uova da regalare ai ragazzi che ricambiano il gesto con delle “frustate” sui polpacci con rami d’ulivo. Anche nel giardino della Casa Bianca la Pasquetta è caratterizzata dalla celebre caccia all’ uovo o ‘Easter Egg Roll’. In Italia, pur non escludendo l’esistenza di particolari ed altrettanto bizzarre usanze, il giorno di Pasquetta è solitamente trascorso alternando gite fuori porta a grigliate o pic-nic, approfittando dell’arrivo della primavera. Tovaglie sul prato e tante chiacchiere sono elementi fondamentali per la buona riuscita di un pic-nic di Pasquetta. Panini, stuzzichini e tartine, seguiti da muffin o torte salate o ancora frittatine, costituiscono un menù tipico ed ottimale. Gli amanti delle passeggiate possono decidere di visitare luoghi affascinanti e gradevoli nella mezza stagione, percorsi per respirare a pieni polmoni la natura che si risveglia. Senza spingersi tanto lontano verso mete tropicali, ma mantenendosi nel circondario lombardo, sono molte le mete predilette per passeggiate e gite.

ECCO ALLORA ALCUNI ITINERARI E METE

Floribunda - Festa dei fiori ad Inveruno
Nel parco, per tutta la giornata, si terrà la mostra mercato florovivaistica, con momenti di intrattenimento come l’iniziativa ‘Tutti in sella’ a cura del Centro Ippico New Artephion e il Gioco dell’Oca fiorita, a cura del Gruppo Terre di Fantasia. Nel mentre, in sala consiliare, si potranno visitare due mostre.

Un giro del Monte Croce di Muggio
Comincia dall’Alpe Giumello (Lecco) e si dilunga con un percorso semi pianeggiante attorno al Monte Croce di Muggio, con fantastica vista del lago di Como. Il giro ha una durata media di due ore e mezza, ma al termine del percorso vi sono punti di ristorazione per rifocillarsi e rinfrescarsi

San Tomé, San Giorgio, Madonna del Castello e San Nicola
La provincia di Bergamo offre alcune strutture architettoniche degne di particolare attenzione, in particolare il Parco del Romanico degli Almenno è un museo diffuso tra i Comuni di Almenno S.Bartolomeo e Almenno S.Salvatore, dove è possibile ammirare il fascino di architetture uniche nel loro genere. E’ possibile percorrere l’itinerario alla scoperta della Rotonda di S. Tomè, S.Giorgio, il Santuario della Madonna del castello e S.Nicola a piedi o in bicicletta.

Castello Bonoris Montichiari e Desenzano
Il Castello Bonoris Montichiari ricorda esternamente una fortezza del Medioevo, che all’interno è stato trasformato in una dimora neogotica e romantica nel 1800. Si può abbinare a questa gita anche un giretto sul Lago di Garda e tra le vie del bel centro storico della vicina cittadina di Desenzano.

Castello di San Lorenzo e Villa Medici del Vascello
E’ stata recentemente restaurata, è una fortezza costruita nel 1400 resa dimora di campagna nel 1800 . Da qui si giunge brevemente al Castello di S. Lorenzo di Picenardi con la sua scenografica facciata. Entrambe le mete propongono interessanti visite guidate. Il prato adiacente al castello sembra fatto apposta per un pic-nic.

Pic-nic a Villa della Porta Bozzolo
Meta ideale per una visita culturale senza rinunciare a stare un po’ all’aria aperta, ricchi interni affrescati e un grande giardino ispirato all’architettura paesaggistica barocca con straordinari effetti illusionistici.

Fiera degli antichi mestieri a Conzano
Torna anche quest’anno la consueta mostra mercato d’artigianato artistico e tipico. Espressione della manualità più autentica, dello spettacolo d’arte di strada all’enogastronomia.

Area pic-nic e Casa del Profumo a Santa Maria Maggiore
Ampie e organizzate aree pic-nic per grigliate nel cuore del Valle Vigezzo, ma anche la suggestiva ‘Casa del Profumo’ da scoprire...

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Invia nuovo commento