meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 23:20

data-top

domenica 05 dicembre 2021 | ore 21:04

No! Non posso fumare!

f25bb4b3766fc69a11ce4eb50772987e.jpg

“Vietato fumare!” Le scuole dicono “sì”. Che tu sia studente, insegnate o dirigente, non importa, non si fuma e basta. Giusto o sbagliato? Abbiamo chiesto ai diretti interessati. Cosa ci hanno detto?
Secondo i non fumatori questa legge è più che giusta, poiché il fumo passivo nuoce alla salute e dà fastidio. “Un ‘imposizione - dicono - che può essere un importante mezzo educativo per impartire agli adolescenti un’ottima lezione: Il fumo danneggia te e chi ti sta intorno”.
Di contro, poi, ci sono coloro che fumatori lo sono e che, pur accettando il divieto, allo stesso tempo si domandano però “Perché non creare apposite aree per chi fuma?”.
Infine, c’è chi, come si dice, “sta nel mezzo”, ossia quanti sostengono il divieto di fumo in aree scolastiche, ma ritengono che sia esagerato bandirlo dalle aree pubbliche all’aria aperta; è anche vero che in minima parte questo prodotto inquina, ma come inquinano molte altre cose.
Attualmente, questa legge non viene rispettata da tutti. Vi sono episodi concreti, nei quali i docenti impegnati nel farla rispettare, hanno ripreso studenti mentre fumavano. Per ora non siamo arrivati alle multe.
E per le sigarette elettroniche?
Per ora possono essere ancora fumate in alcuni luoghi all’aperto, mentre al chiuso sono già state vietate.

DIVIETO DI FUMO: COSA DICE IL NOSTRO PRESIDE?
Vietato fumare: il preside è d’accordo. Questa la sua opinione.
Che cosa ne pensa a riguardo di questo divieto?
“Sono d’accordo perché il fumo fa molto male alla salute. Già dall’inizio dell’anno scolastico ho dato avvisi e appeso gli appositi cartelli. Sono consapevole del fatto che è difficile farlo rispettare e quindi è possibile che i ragazzi riescano a fumare comunque; però c’è una cosa positiva, cioè il fatto che ho notato che ci sono meno alunni che fumano. Io spero che i danni che possono essere causati dal fumo possano essere recepiti dagli studenti e che maturi la consapevolezza che il fumo danneggia la salute”.
Sono mai state applicate delle sanzioni?
“Le multe, all’interno della scuola, non sono mai state date perché la politica dell’istituto è quella di convincere gli allievi a rispettare il divieto, piuttosto che applicare una sanzione. Tuttavia se questo ragionamento non dovesse funzionare, naturalmente prenderemo seri provvedimenti”.
E per quanto riguarda le sigarette elettroniche? Il decreto vale anche per queste?
“Ancora ci si interroga se ci sia o meno un divieto nei luoghi all’aperto. Secondo il mio parere anche le sigarette elettroniche dovrebbero essere vietate, ma devo attenermi a ciò che dice la legge”.

Alessia Corasaniti, Erica Merlotti e Noemy Piantanida

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento