meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 19°
Lun, 20/05/2024 - 16:50

data-top

lunedì 20 maggio 2024 | ore 17:31

Lega: cena di Sant'Antonio

Una serata all’insegna delle tradizioni lombarde quella organizzata dalla Lega a Marcallo mercoledì 17 gennaio.
Marcallo - La cena di Sant'Antonio della Lega

Una serata all’insegna delle tradizioni lombarde quella organizzata dalla Lega a Marcallo mercoledì 17 gennaio. A partire dalle 19.30, infatti, Sala Cattaneo si è riempita di gente, sorrisi, cibo e tanto divertimento per la tradizionale cena di Sant’Antonio, che ha visto la presenza di ben 260 persone, nonostante la pioggia e il tempo avverso. Tra i partecipanti, oltre al sindaco Marina Roma, anche diverse presenze di spicco appartenenti al Carroccio: Isabella Tovaglieri, membro del Parlamento Europeo così come Silvia Sardone (intervenuta in videocollegamento), il consigliere regionale Silvia Scurati, il segretario provinciale del Ticino Alessio Zanzottera e, in collegamento da Roma, il senatore Massimo Garavaglia. Oltre a loro, i vari consiglieri, assessori comunali e appartenenti al gruppo Lega Marcallo con Casone hanno aiutato nella riuscita della serata, nonostante la decisione di non effettuare il tradizionale falò a causa della pioggia che ne avrebbe reso difficile l’accensione. Tra i vari interventi, significativo quello dell’europarlamentare Isabella Tovaglieri, originaria di Busto Arsizio e astro nascente del partito di Salvini: “In una serata del genere non posso che ricordarvi uno dei nostri obiettivi, ovvero quello di difendere a tutti i costi le nostre tradizioni e il nostro dialetto” ha spiegato Tovaglieri, considerando il fatto che il giorno successivo, giovedì 18 gennaio, è stata la giornata nazionale del dialetto. A fare da principe sulle tavole è stato sicuramente il tradizionale piatto “polenta e brùscit”, cucinato al momento dalla grande squadra di cuochi presente alla serata. Nel corso della cena, poi, i partecipanti hanno potuto gustare anche altre pietanze nostrane: aperitivo a base di pane e salame, gorgonzola a volontà e, per chiudere, una fetta (o anche due, per i più golosi) di panettone, a ricordare che, nonostante il Natale sia passato, una serata del genere ravviva ed entusiasma proprio come un grande cenone natalizio in famiglia.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi