meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Alcune nuvole 25°
Lun, 23/05/2022 - 10:50

data-top

lunedì 23 maggio 2022 | ore 11:02

Che casa da favola

La passione del turbighese Gigi Zanoli. Luci, colori e addobbi: la magia del Natale, nella sua abitazione, che conquista piccoli e grandi.
Turbigo - Luci e decorazioni: che casa da favola

Ogni anno un particolare in più o diverso. Le luci e le decorazioni che si aggiungono oppure cambiano, perché per lui preparare gli addobbi di Natale non è un momento qualsiasi, ma una vera e propria passione. Il tempo, insomma, di entrare in via Europa a Turbigo e, subito, ecco che si rimane letteralmente affascinati e ammaliati da quella casa al civico 18. “Si parla tanto della magia di questo periodo e allora, nel mio piccolo, voglio provare davvero a renderlo speciale - racconta Gigi Zanoli - Tutto è iniziato ormai diversi anni fa, diciamo che mi sono sempre piaciuti simili istanti, ad esempio ricordo quando da giovane, assieme a mia mamma, si allestiva il presepe, un’occasione per vivere a pieno il periodo natalizio. Così ho continuato nel tempo, cercando di creare di volta in volta qualcosa di caratteristico”. E, alla fine, ci è riuscito, eccome. Alberelli, statuine, giochi di colori, luminarie, personaggi della tradizione e altri originali, infatti, arrivando davanti al cancello della sua abitazione, è come se si venisse trasportati in una favola. “E’ proprio questa la soddisfazione più grande - prosegue - Vedere la gente che si ferma e rimane stregata o gli occhi dei bambini, dai quali traspare la curiosità e la felicità. Ho anche io una nipotina e, credetemi, quando viene qui e resta estasiata di fronte alle decorazioni, è una gioia immensa”. Ma, inevitabilmente, dietro a quelle atmosfere magiche e speciali, ci sono tanto lavoro e una grande attenzione. “La preparazione comincia all’incirca un mese e mezzo prima - spiega - Penso, innanzitutto, a cosa vorrei creare, senza però uno studio preciso, perché vado molto ad improvvisazione., in base a ciò che mi convince e mi ispira sul momento. Quindi, si passa a dare forma alle singole composizioni e opere: scelgo la posizione, come sistemarle e fino ai singoli particolari, aggiungendo di anno in anno, accanto a ciò che già ho a disposizione, ulteriori addobbi, che acquisto, un po’ alla volta, girando nei mercatini, nei supermercati, a qualche evento o tramite internet, ecc...”. Per poi (l’ultimo, ma fondamentale passaggio), appunto accendere e illuminare il Natale, regalando qualche momento di serenità e spensieratezza.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi