meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 27°
Sab, 17/08/2019 - 18:20

data-top

sabato 17 agosto 2019 | ore 19:23

A Monza vince lo spettacolo

Rally e tante emozioni per uno degli appuntamenti classici delle 'quattro ruote'
Sport - Un momento del rally di Monza (Foto Franco Gualdoni)

Archiviata anche quest'anno l'edizione del Monza Rally Show. Senza Valentino Rossi, fermo ai box a causa dell’operazione alla spalla, e, soprattutto, con la pioggia che l’ha fatta ‘da padrona’ per tutto il weekend, sono state, comunque, uniche, come sempre, le emozioni che i tanti appassionati hanno potuto vivere (specialmente la domenica, quando sugli spalti erano ben 15 mila). Niente centauro di Tavullia, quindi, al via c’era, però, uno dei suoi rivali storici di questo appuntamento: il grande Dindo Capello, che ha trovato in Dani Sordo (pilota ufficiale Citroen, nel Campionato Mondiale WRC), probabilmente all’ultima uscita con la squadra del Double Chevron, un avversario ostico (che si è, poi, aggiudicato sia il rally, sia il Master Show). A chiudere il podio rallystico ecco Piero longhi, in gara con la Ford Focus WRC. Il novarese, che sarà al via del CIR 2011 con la Peugeot 207 S2000 della Twister Corse, ha anche colto l'occasione di distribuire un fumetto all'interno del quale è il protagonista con la 207 Twister e Capitan Ventosa. Un'idea originale per dare visibilità agli sponsor personali. Ottimo quarto posto, infine, di Stefano D'Aste che, con la sua Lotus, si è aggiudicato anche la classe GT. Paolo Andreucci ha vint, invece, anche a Monza, la sfida con Luca Rossetti, e prendendosi la classifica riservata alle vetture Super 2000. Una nota di merito, sicuramente, per l'esordio della Mitsubishi R4 affidata ad Armindo Araujo, che è riuscita ad ottenere ottimi tempi, anche rispetto alle vetture Super 2000.

Rispondi