meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 18°
Mar, 16/08/2022 - 05:20

data-top

martedì 16 agosto 2022 | ore 06:09

Un sogno... milionario

Superenalotto: schedine pronte, fatte personalmente o sistemi?
Attualità - jackpot da 'record' per il Superenalotto

Si gioca per noia, per passione, per abitudine o perché il montepremi raggiunge cifre ‘record’. Ma, comunque, si gioca! Almeno questo quanto emerge dai dati raccolti nell’ultimo periodo. Secondo Agipronews (l’Agenzia di stampa giochi a pronostico e scommesse), infatti, solamente a settembre il jackpot stellare del Superenalotto ha portato la raccolta a toccare i 238 milioni di euro, con una media di 11,3 milioni di euro al giorno e 470 mila euro ogni ora. Numeri ‘da capogiro’, se si fa un confronto anche con i mesi di agosto e luglio, dove, rispettivamente e per quanto concerne il ‘6’, per il primo periodo le spese si aggiravano sugli 8,7 milioni al giorno, 363 mila euro all’ora, mentre nel secondo di 6,8 milioni (285 mila euro l’ora). Com’è, però, la situazione nel nostro territorio? C’è stato davvero questo incremento? Oppure l’aumento, di cui tanto si parla, non è poi così marcato come si dice? Siamo andati a chiederlo direttamente ad alcune ricevitorie del Castanese, per avere, così, un quadro preciso e dettagliato in merito. Schedine già pronte o da fare personalmente, numeri precisi o scelti ‘a caso’, solite puntate o badget a disposizione che salgono, gesti o riti scaramantici... A loro, quindi, la parola...

UN ANNO FA A TURBIGO ERA STATO FATTO UN '5+1'
E’ passato ormai un anno, ma il ricordo di quel 5 + 1 al Superenalotto, centrato alla ricevitoria – tabaccheria (Corner Sport, Sisal Match Point) di Perotta Carla, in via Roma a Turbigo, è ancora vivo tra i turbighesi, e non solo. Ed è proprio qui che, oggi, abbiamo voluto tornare per capire com’è la situazione di chi gioca. “Dobbiamo ammettere – spiegano i due coniugi titolari dell’esercizio commerciale – che c’è stato un leggero incremento delle giocate. Soprattutto quando il montepremi raggiunge determinati livelli. A nostro avviso, comunque, si tratta di un aumento controllato, come, molto probabilmente, accade anche in altre ricevitorie del territorio. Forse in quelle realtà inserite all’interno di centri commerciali il fenomeno dell’incremento è più marcato e visibile”. E su chi gioca. “Vanno fatte delle distinzioni – continuano – Ci sono, chiamiamoli gli abitué (ossia quelli che giocano con regolarità e periodicità durante il corso dell’intero anno) che hanno dei numeri loro e precisi e che quando le cifre iniziano a salire, magari aumentano la puntata, o dal punto di vista economico o con altre combinazioni e schedine (alcune già pronte, altre che fanno personalmente). Poi ci sono i clienti che iniziano a giocare non appena la vincita è alta. La maggior parte si serve di schedine fatte (ma c’è chi vuole provare con propri numeri). E, infine, c’è anche chi le utilizza entrambe”.

"DA SOLO O TRA PIU' PERSONE... OGNI CLIENTE HA UN SUO METODO DI GIOCO"
“L’aumento delle persone che giocano si nota, soprattutto, in quei momenti quando il montepremi raggiunge determinate cifre - spiega il titolare del bar, nonché ricevitoria, ‘Impero’, nel centro di Castano Primo - Si tratta comunque di un incremento controllato”. E sulle modalità di gioco? “Beh - continua - almeno nel nostro caso, possiamo dire che non c’è un qualcosa di definito. Ci sono persone che giocano schedine già pronte, scelte, come si dice ‘a caso’, altre, invece, che preferiscono farle personalmente, utilizzando, molto spesso, numeri precisi che, per alcuni casi, hanno significati particolari. E, poi, c’è chi sceglie i sistemi. Quello che abbiamo notato è come, molto spesso, si scelga di tentare la fortuna a gruppi. Anche per quanto riguarda le puntate - afferma - non esiste uno schema predefinito. Dopotutto si gioca tre volte alla settimana e, quindi, l’impegno, a livello economico, inizia a diventare significativo. Magari, lo ripeto, quando il montepremi è a certi livelli, ci sono quei clienti che aumentano di qualche euro la giocata. O come detto, lo fanno tra più persone”.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi