meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 18°
Mar, 16/08/2022 - 04:20

data-top

martedì 16 agosto 2022 | ore 05:02

Cresce la disoccupazione

Preoccupanti i dati emersi nel secondo trimestre dell'anno. Tasso all'8,5%
Attualità - Preoccupa la situazione disoccupazione (Foto internet)

Preoccupa, e non poco, la situazione disoccupazione in Italia. A confermarlo sono gli ultimi dati dell'Istat che, per il secondo trimestre dell'anno (aprile - giugno), hanno rilevato come il tasso sia salito all''8,5 per cento, con un aumento dello 0,1 decimi di punto rispetto al primo periodo del 2010 e di 1 punto, invece, per quanto conerne lo stesso trimestre dello scorso anno. Numeri e cifre significative e che devono fare riflettere, visto e considerato come l'attuale dato è anche il più alto dal terzo trimestre del 2003. Entrando nello specifico: nel periodo preso in considerazione il numero delle persone in cerca di lavoro ha raggiunto quota 2,136 milioni (era dal 2001 che non si arrivava ad una situazione simile). Di contro, in forte riduzione gli occupati italiani, meno 257 mila uomini e 108 mila donne, a fronte anche di un importante incremento degli stranieri, ben più 85 mila uomini e 86 mila donne. Ancora, per i maschi di età compresa tra i 15 ed i 64 anni, il tasso di occupazione scende al 68 per cento, nelle donne al 46,5 per cento (per gli stranieri, inoltre, nonostante la crescita del numero degli occupati, il tasso non smette di ridursi, con il 63,6 per cento, 76,1 per cento negli uomini e 52,1 per cento tra le donne). Infine, l'altro dato preoccupante è come un giovane su quattro, nel nostro Paese, è disoccupato. Tra coloro che hanno dai 15 ai 24 anni, infatti, il tasso di disoccupazione è arrivato al 27,9 per cento, la cifra più alta mai registrata dal secondo trimestre del 1999.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi