meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue, leggera pioggia
Sab, 10/04/2021 - 22:50

data-top

sabato 10 aprile 2021 | ore 23:46

'Credito Solidale 2.0'

Un'idea pensata per rispondere alle esigenze di chi, purtroppo, si trova in situazioni di disagio e difficoltà. 'Credito Solidale 2.0' della Fondazione Welfare Ambrosiano.
Milano / Sociale - 'Credito Solidale 2.0' (Foto internet)

Un'idea pensata per rispondere alle esigenze di chi, purtroppo, si trova in situazioni di disagio e difficoltà. 'Credito Solidale 2.0' della Fondazione Welfare Ambrosiano guarda, appunto, in questa direzione, per consentire a lavoratori e residenti della Città Metropolitana di Milano di accedere ad un credito a costo zero per far fronte alle spese primarie. "Un'iniziativa di credito solidale, che intende salvaguardare le persone che hanno perso il lavoro o sono in cassa integrazione, permettendo loro di accedere a forme di prestito agevolato fino a 10 mila euro, presso banche convenzionate, con rate sostenibili e dilazionabili fino a 5 anni - ha scritto il sindaco del capoluogo lombardo, Beppe Sala - Il momento che stiamo attraversando, infatti, ci impone con urgenza di moltiplicare le iniziative per aiutare i cittadini in difficoltà, per non lasciare indietro nessuno. A partire da chi sta vivendo sulla propria pelle le ricadute economiche della crisi pandemica, persone per cui uscite come l'affitto, le spese sanitarie, le rate dell’asilo nido, la mensa scolastica dei figli cominciano a diventare un problema. In un periodo in cui i dati Istat fotografano una preoccupante crescita della povertà assoluta nelle grandi città del Nord, Milano dimostra di saper fare squadra per dare un segno concreto di solidarietà: ricostruire la propria quotidianità e pensare al futuro con fiducia devono essere una possibilità per tutti".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi