meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 29°
Mer, 06/07/2022 - 21:50

data-top

mercoledì 06 luglio 2022 | ore 22:15

La TV entra nell'era del digitale

Inizia il processo di spegnimento dei canali analogici
Attualità - Digitale Terrestre (da internet)

Prima fu il colore, ora vi è il digitale. Il sistema televisivo italiano si appresta ad un altro storico cambiamento. Da domani, martedì 18 maggio, per tutti gli utenti della Lombardia avrà infatti luogo lo ‘switch-over’ con la trasmissione, solo in digitale, di Rai2 e Rete4. Tra il 15 settembre ed il 20 ottobre di quest’anno tutti i canali passeranno anch’essi alla nuova modalità di trasmissione. Ma proponiamo alcune domande che possono aiutare il lettore a comprendere cosa significa, cosa cambia e con quali vantaggi. Il sistema televisivo che ci ha accompagnati per cinquant’anni viene detto ‘analogico’. La TV digitale terrestre – in sigla T-DVB (terrestrial Digital Video Broadcasting) – utilizza segnali digitali come quelli dei computer, di Internet, dei CD e della telefonia mobile. Ma quali sono i vantaggi? Per gli utenti i principali benefici derivanti dall’introduzione della DTT sono: · un maggior numero di programmi disponibili (almeno il quintuplo di quelli attuali); · una migliore qualità immagine/audio: la trasmissione digitale rispetto a quella analogica è particolarmente robusta ai disturbi quali echi, interferenze, ecc.; · possibilità di partecipazione attiva e immediata ai programmi televisivi (espressione di preferenze, selezione di prodotti, ecc.) con semplici azioni sul telecomando, invece che con l’effettuazione di telefonate o l’invio di SMS; · la possibilità di usare il mezzo televisivo per l’utilizzo di servizi di informazione e di pubblica utilità ora accessibili solo con mezzi più complessi (ad esempio, reti aziendali oppure PC domestico collegato a Internet); · un minore inquinamento elettromagnetico: la DTT richiede potenze di trasmissione inferiori rispetto a quella analogica. Per usufruire del servizio di DTT si deve pagare un canone, un abbonamento o cosa? Come accade per la televisione analogica, oltre al canone TV non è necessario pagare alcun abbonamento. La TV digitale terrestre, in quanto sostitutiva dell’attuale TV analogica, sarà trasmessa per lo più “in chiaro” e quindi si potrà vedere gratuitamente. A partire dal gennaio 2005 sono stati attivati anche alcuni servizi a pagamento che permettono di vedere particolari eventi per mezzo di una carta prepagata da inserire nel decoder. Occorre cambiare televisore o mettere la parabola? No, per la visione dei canali televisivi in digitale terrestre basta un decoder di ricezione o un televisiore con decoder incorporato. Nella maggior parte dei casi non è nemmeno necessario integrare o modificare la direzione dell’antenna, anche se in alcuni casi può rendersi necessario per offrire tutta la gamma dei vari programmi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi