meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 32°
Mar, 05/07/2022 - 20:20

data-top

martedì 05 luglio 2022 | ore 20:47

Le 'Via Crucis' nel tempo della Quaresima

Segno di devozione che il tempo non riesce a scalfire
Attualità - Via Crucis

Il mistero della morte e resurrezione di Gesù Cristo è il perno centrale della fede cattolica. In questo particolare tempo dell'anno, che nel tempo liturgico viene denominato 'Quaresima', si ripercorrono le tappe della passione. In tutti i nostri paesi, dove la percentuale di cattolici praticanti è ancora considerevolmente alta ogni venerdì viene così ripetuto il rito della 'Via Crucis'. Chi in parrocchia, chi negli oratori, chi nelle cappelle votive che costellano il cuore storico dei nostri centri abitati. Ma cos'è la Via Crucis? "La Via Crucis (dal latino, Via della Croce - anche detta Via Dolorosa) è un rito cristiano, della Chiesa cattolica e della Chiesa anglicana, con cui si ricostruisce e commemora il percorso doloroso di Cristo che si avvia alla crocifissione sul Golgota - riprendiamo da 'Wikipedia', l'enciclopedia online libera - L'itinerario spirituale della Via Crucis è stato in tempi recenti completato con l'introduzione della Via Lucis — che celebra i misteri gloriosi, ovvero i fatti della vita di Cristo tra la sua risurrezione e la Pentecoste. Alcuni fanno risalire la storia di questa devozione alle visite di Maria, madre di Gesù, presso i luoghi della Passione a Gerusalemme, ma la maggior parte degli storici riconosce l'inizio della specifica devozione a Francesco d'Assisi o alla tradizione francescana". Ora, in quasi tutte le parrocchie vi è una raffigurazione (artistica o con cappelle votive) per ripercorrere la 'Via Crucis', ma ciò che più caratterizza il periodo, oltre ad un'attenzione al magro e al digiuno, è proprio l'attesa per il messaggio evangelico più importante: la risurrezione di Gesù Cristo. In molte delle attività promosse dagli oratori ('settimana di deserto' o 'via crucis mattutitna') è bello notare anche la presenza di bambini di altre religioni. Va infatti ricordato come anche per i mussulmani, la figura di Gesù fosse, oltre che storica, particolarmente importante. Per questo può capitare, in questi venerdì sera, di soffermarsi a pregare o riflettere vedendo passare una croce sotto le finestre delle proprie abitazioni.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi