meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 25°
Mar, 07/07/2020 - 20:20

data-top

martedì 07 luglio 2020 | ore 21:16

L'alpino Fiorangelo

Domenica pomeriggio, il Coro degli Alpini ha regalato un pomeriggio di musica e serenità ai residenti della Casa Famiglia di San Vittore Olona.
Alpini- San Vittore Olona

Una domenica pomeriggio molto speciale e carica di emozioni quello vissuta il 13 febbraio alla Casa Famiglia di San Vittore Olona di Fondazione Mantovani. L’evento 'Concerto in Rosa' ha visto infatti la presenza dei Cori degli Alpini di Busto Arsizio, Arconate e San Vittore Olona, con la partecipazione anche delle ‘Penne Nere’ milanesi. Un’iniziativa scandita dalle più belle canzoni della tradizione alpina, ma che ha avuto come principale protagonista Fiorangelo Farioli, ufficiale degli Alpini in congedo e ormai residente da oltre undici anni alla Casa Famiglia di San Vittore Olona. Fiorangelo Farioli, nato a Busto Arsizio nel 1948 e geometra di professione, è stato responsabile dell’Ufficio tecnico del Comune di Cerro Maggiore. Nel 1975 ha prestato il servizio militare presso l'A.U.C. di Roma e in quell'anno inizia la sua storia nelle 'Penne Nere'. Successivamente, Fiorangelo Farioli è stato trasferito al reparto Alpino di Gemona fino alla fine del suo servizio militare. “Per noi della Casa Famiglia – spiega la coordinatrice Carmen Galli – è stato bello poter dedicare un momento speciale ad una persona che per noi è ormai a tutti gli effetti un famigliare. Inoltre, quest’iniziativa ha confermato la vocazione della nostra Casa Famiglia collocata al centro della nostra comunità e sempre in costante contatto con il territorio e le sue forze vive”. L’integrazione con il territorio è infatti uno dei pilastri fondanti de ‘Il Progetto Vita’ e anima l’azione del Gruppo Fondazione Mantovani Sodalitas.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi