meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 19°
Mer, 27/10/2021 - 16:50

data-top

mercoledì 27 ottobre 2021 | ore 17:50

Note barocche in San Marco

Primo concerto barocco a Marcallo, l'altra sera. Ad esibirsi: il controtenore Giulio Leone, il soprano Anna Vandelli e Fabio Baldina, al pianoforte. Emozioni in... musica.
Marcallo - La musica barocca in San Marco

Una nuova occasione, quella che si è presentata venerdì 10 aprile dalle 21.30 presso la chiesetta San Marco di Marcallo con Casone. Il concerto barocco, presieduto dal controtenore Giulio Leone, il soprano Anna Vandelli e Fabio Baldina, al pianoforte, ha dato voce a giovani artisti non nuovi in performance canore, ma primi nel comune del Magentino che ha dato loro il patrocinio. Il programma della serata, in puro stile barocco, ha visto interpretazioni a due, Giulio, maestro di canto e controtenore e Anna, artista di canto rinascimentale e barocco e singole con brani tratti dalle opere dei grandi Monteverdi, Purcell, Vivaldi, Handel e Mozart, cui hanno permesso abili interpretazioni musicali accompagnate da un registro ricco di espressività. L'ironia non è venuta meno, specie con l'ultimo brano in chiusura "Duetto buffo di gatti" dell'estroso compositore Rossini fatto di soli miagolii interpretati con voce maschile e femminile. Il trio è stato a lungo applaudito dalla platea che in parte conosceva già il talento messo in campo anche dal pianista professionista, Fabio Baldina, direttore artistico dell'Accademia Musicale di Gravellona Lomellina. Parte dell'incasso sarà devoluto all'associazione contro la distrofia muscolare. Conosciamo più da vicino uno degli artisti. Giulio Leone, ventiseienne magentino, nel 2000 si avvicina alla musica, prendendo lezioni di violino e da lì comincia l'escalation di incontri con maestri di canto, tra cui il soprano Margherita Tomasi. "Quella passione che si presentava sempre più forte e rendendomi conto che dovevo seguire il mio istinto cercavo di farmi notare prendendo parte in gruppi corali, circoli lirici, ascoltando quel bisogno di esprimermi attraverso il canto, spaziando dalla musica leggera al jazz, dall'heavy metal al gospel...". Proprio con quest'ultimo, nascono varie incisioni con la maestra Eugenia Canale. Nel 2010 Giulio viene ammesso al Conservatorio di Novara e nello stesso anno segue diverse masterclass del soprano Alessandra Althoff, ottenendo il diploma pre-accademico di Canto Barocco. Due estati più tardi, il controtenore si perfeziona con il contralto Sonia Prina e con la stessa, l'anno seguente, partecipa alla specializzazione in canto Barocco presso il conservatorio di Ferrara. Il continuo impegno e devozione allo studio da parte di Giulio portano nel 2012 la grande soddisfazione di essere ammesso nella corale sinfonica professionista "LaVerdi" di Milano, diretta dalla maestra Erica Gambarini, con cui girerà l'Italia per svariati concerti sinfonici, tra cui le due interpretazioni nel capoluogo lombardo con "Ivan il Terribile" di Prokovief e in occasione pasquale la "Passione di Matteo" di J.S Bach al Teatro "Alla Scala". "Un'appello in chiusura alla nostra intervista è rivolto ai giovani d'oggi che devono lasciarsi trasportare dalla musica, perchè l'arte va vissuta, facendosi così travolgere dalla voglia di emergere, senza però montarsi la testa e lasciando che i piedi restino a terra, poichè il tutto vien da sè" conclude sorridente Giulio con una bella carriera da controtenore in continua ascesa.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi