meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 20°
Sab, 13/08/2022 - 01:20

data-top

sabato 13 agosto 2022 | ore 02:26

"Abbiamo una cittadella della salute"

Il Centro Socio Sanitario: grande impegno e tanto lavoro da parte dell'Amministrazione comunale. E adesso i cittadini avranno a disposizione una vera cittadella della salute.
Salute - Controlli medici (Foto internet)

Il nuovo Centro Socio Sanitario: nasce una vera e propria cittadella della salute. Certamente un risultato importante e un traguardo significativo, non solo per il paese, ma per l'intero territorio. Il progetto (o forse sarebbe più corretto dire "il sogno") che diventa così realtà, grazie al fondamentale lavoro messo in campo in questi mesi dall'Amministrazione comunale guidata dal sindaco Susanna Biondi. I VARI PASSAGGI - Lo scorso 16 ottobre, con decisione unilaterale, l'Azienda Ospedaliera ha comunicato che al 31 dicembre 2014 avrebbe cessato tutti i propri servizi, per ragioni di spending review, invitando i cittadini di Busto Garolfo ad usufruire di ambulatori e specialisti solo presso l'Ospedale. L'Amministrazione comunale di Busto Garolfo si è immediatamente mossa per fronteggiare l'emergenza e far sì che il Centro Socio Sanitario continuasse ad essere utile per la cittadinanza. CONTEMPORANEAMENTE - I1 primo cittadino si è speso senza sosta per 'tenere vivo' il Centro Sodo Sanitario di Via XXIV Maggio. Il primo risultato è stato l'ottenimento di una proroga da parte dell'Azienda Ospedallera dl Legnano, che effettivamente manterr:ì operdtivi i propri servizi lino al 31 marzo 2015. Quindi, l'attuale maggioranza ha operato per garantire un futuro al Centro. Di fatto, in Via XXIV Maggio, progressivamente torneranno servizi analoghi a quelli erogati, con l'aggiunta della presenza degli studi dei medici di medicina generale attivi in paese. ASL NON RETROCEDE, ANZI AUMENTA - La prima garanzia, in vista di un efficiente mantenimento del Centro, è stata data da Asl Milano 1. Attività vaccinale, consultorio familiare e attività di medicina legale ~ certificazioni proseguiranno. L'Azienda, inoltre, ha contribuito anche a favorire l'accordo tra il Comune e i medici di medicina generale perché spostassero i loro studi in via XXIV Maggio. L'operato di Asl è in perfetta coerenza con le delibere regionali che spingono verso la creazione dei CReG (Chronic Related Group): centri finalizzati a dare continuità all'assistenza per i malati cronici e le persone più fragili. Asl MI1 si è anche impegnata a lavorare per favorire nuove convenzioni con specialisti che possano, nel futuro prossimo, arricchire ulteriormente l'offerta. MEDICI DI MEDICINA GENERALE UNITI AL SERVIZIO DEL CITTADINO - La grande novità è rappresentata dall'insediamento degli studi di sei degli otto medici di medicina generale attivi sul territorio bustese {i restanti due lavoreranno comunque in rete). Questo agevolerà l'utenza abituale (che beneficerà di locali spaziosi e accoglienti e di un punto di riferimento 'unico' per le questioni di salute) e consentirà alla popolazione di avere, dalle 8 alle 20, un Servizio di assistenza medica continuativa: un primo filtro e un interlocutore per qualsiasi malessere o problema di salute (i medici si insedieranno al primo piano del Centro entro l'1 settembre, dopo che
l'Amministrazione ne avrà ristrutturato i locali). PRELIEVI, CENTRO PRENOTAZIONI ESAMI E FARMACI - L'impegno dell'Amministrazione comunale per rilanciare il Centro Sodo Sanitario non si esaurisce nell'aver lavorato per mantenere i servizi erogati dall'ASL e per radunare i MMG. Verrà infatti predisposta una nuova attività di prelievo, attraverso l'individuazione di un nuovo SMeL {Servizio di Medicina e Laboratorio) che se ne occupi: l'avviso pubblico dedicato è stato pubblicato il 16 marzo, mentre il ripristino del servizio è previsto per la fine di aprile. Si attiverà anche la Farmacia Comunale: sarà lì, infatti, che verrà attivato il Centro Unico Prenotazioni Esami {CUP), altro servizio lasciato 'vacante' dall'Azienda Ospedaliera. 'OPERAZIONE FONDAMENTA' - Da oltre un anno la palestra, presente nelle fondamenta della struttura risulta sottoutilizata. Così ci si è mossi appunto per riattivare anche quegli spazi. L'idea è riportare in via XXIV Maggio i servizi di fisioterapia. Le due strade ipotizzate: verificare l'interesse della Fondazione 'Don Gnocchi' (precedente erogatore dci servizi) o emettere un bando di concorso. CARNEVALI SODDISFATTO: "LAVORO PREMIATO" - L'assessore alle Politiche Sociali, Stefano Carnevali, si dice molto soddisfatto del lavoro svolto dali'Amntinistrazione comunale per garantire il futuro del Centro Socio Sanitario: "Mi pare evidente che progressivamente i cittadini di Busto Garolfo non solo ritrovenno i servizi che, unilateralmente, l'Azienda Ospedaliera di Legnano ha deciso di sospendere, ma avranno contemporaneamente un vero potenziamento del Centro che, finalmente, godrà di una nuova vita, proiettandosi verso la dignità di 'Cittadella della Salute' a tutta utilità dci bustesi". "Questi risultati cosi pregevoli - prosegue Carnevali - vanno certo ascritti alla disponibilità del dottor Scivoletto {Direttore Generale di Asl Milano I), alla sinergia dei MMG di Busto Garlofo e all'operato congiunto degli Assessorati alle Politiche Sociali, ai lavori Pubblici e al Bilancio; ma sono soprattutto il frutto del lavoro e della dedizione alla causa profusi dal sindaco Biondi: instancabile nelle trattative che sono durate mesi".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi