meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno
Sab, 22/01/2022 - 20:50

data-top

sabato 22 gennaio 2022 | ore 20:09

Onore al Villa

La Supercoppa italiana di volley femminile ci è sfuggita dalle mani per un soffio. E' l'Asystel Mc Carnaghi Villa Cortese la squadra da battere quest'anno.
Sport - Yamamay vs Villa Cortese 2011.09

Ci avevamo creduto. Per davvero. Ci avevamo creduto nel primo set nettamente dominato, quando Caterina Bosetti ha annullato due set point nel secondo, quando ci siamo fatti riprendere nel terzo, ma poi siamo scappate a vincerlo quel set… E, quando tutto si è deciso al tie break, l’avevamo capito, forse, che non l’avremmo vinta noi del Villa Cortese quella Supercoppa italiana di volley femminile… ma non volevamo crederci. E non ci crediamo ancora: perché questa partita è stata stratosferica. Perché, come afferma una Caterina Bosetti, insoddisfatta e per niente d’accordo col premio individuale di giocatrice della partita (MVP, Most Valuable Player) consegnatole alla fine del match, questa squadra è giovane e fa paura. Ha saputo uscire a testa non alta, ma altissima dal PalaGeorge di Montichiari, è riuscita a far soffrire una squadra, quella di Busto, che in questo giorno alza il suo quarto trofeo stagionale, che ha vinto tutto e ha fatto poker, altro che Mourinho… Ma, in molte occasioni, l’Asystel MC Carnaghi Villa Cortese non solo è stata all’altezza di questa squadra, ma l’ha anche messa in difficoltà, superandola per qualità di gioco. E fa piacere, soprattutto, notare il cuore di questo nuovo Villa, tutto rinnovato dalla fusione con la squadra di Novara, che non si arrende neanche sul 14-12 all’ultimo set. Ce lo dice anche Lucky Lucchetta, che di pallavolo se ne intende e parecchio: è il Villa la squadra da battere quest’anno. E, allora, arrivederci al prossimo derby: la Unendo Yamamay Busto Arsizio non ci troverà impreparati.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi