meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto -1°
Gio, 27/01/2022 - 00:50

data-top

giovedì 27 gennaio 2022 | ore 00:38

"Salva Stati? E' un disastro"

Politica - Massimo Garavaglia

«L'effetto del “salva-Italia”? Il disastro dei conti pubblici». Netta è la Lega Nord, con Massimo Garavaglia, responsabile Dipartimento Fisco, Finanze ed Enti Locali sul documento di economia e finanza con l'ultima nota di aggiornamento del governo. «I professori smentiscono i professori - è l'appunto di Garavaglia - e purtroppo le previsioni fatte da Monti dopo il cosiddetto “salva-Italia” si sono rivelate completamente errate. La manovra che doveva salvare i conti pubblici prevedeva - spiega il parlamentare della Lega - che alla fine di quest'anno si arrivasse ad avere un buco tra entrate e uscite di 27 miliardi. Invece, in realtà, certificata dalla nota di aggiornamento dello stesso governo, viene fuori un buco di 41 miliardi di euro. Per il 2013, aggiunge Garavaglia, l'anno del famoso ipotetico pareggio si passa dai -8 miliardi previsti a -25. Vedremo poi quanto sarà in realtà». Due considerazioni. La prima, «possibile che un governo di “super-tecnici” possa sbagliare le previsioni così grossolanamente ?», la seconda,« l'aumento del buco è dovuto sostanzialmente al calo delle entrate -18 miliardi. Possibile, si chiede il senatore Garavaglia che i professori non erano in grado di prevedere l'effetto di un abnorme aumento di tassazione (45 mld) in termini di calo di pil e quindi poi di calo di entrate ? Inoltre, per quanto riguarda invece la sbandierata spending-review rileviamo che la spesa nel 2012 aumenta rispetto al 2011 di 7 miliardi, di cui solo 2 di maggiori interessi». Conclude la Lega Nord: «l'effetto del “salva-Italia” è stato nessun taglio di spesa, maggiori interessi e un incremento enorme di tassazione che ha depresso i consumi e minato la competitività del sistema industriale».

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi