meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 21°
Mar, 04/10/2022 - 12:50

data-top

martedì 04 ottobre 2022 | ore 13:12

Scoppia petardo: perde tre dita

Protagonista, un ragazzino di 12 anni che la notte di San Silvestro stava festeggiando insieme alla famiglia in un ristorante. Operato d'urgenza, i medici gli salvano la mano.
Ambulanza

Molto probabilmente un petardo inesploso, che si è chinato per raccogliere e che, improvvisamente, gli è scoppiato tra le mani. Così, un ragazzino di soli 12 anni, oggi è ricoverato alla Multimedica di Sesto San Giovanni, costantemente tenuto sotto osservazione dai medici e dal personale sanitario. Per lui, un lungo intervento chirurgico, che ha permesso di salvargli la mano, ma non, purtroppo, tre dita, amputate. L'episodio, la notte di San Silvestro, nel parcheggio di un ristorante di Lonate Pozzolo, al confine con la vicina Nosate. Qui il giovane si trovava in compagnia della famiglia e di alcuni amici quando, uscito per festeggiare l'ultimo dell'anno ed assistere allo spettacolo pirotecnico nel cielo lonatese, avrebbe raccolto un petardo inesploso che, all'improvviso, gli è scoppiato, appunto, in mano. Subito è scattato l'allarme e, sul posto sono arrivate un'ambulanza della Croce Rossa, oltre ad una pattuglia dei Carabinieri della Compagnia di Busto Arsizio, che fin da subito hanno escluso responsabilità terze. Trasportato d'urgenza in ospedale, il ragazzo è stato, successivamente, trasferito alla Multimedica di Sesto San Giovanni, dove è stato sottoposto ad una delicata operazione. Inizialmente, infatti, si era pensato che potesse perdere l'intera mano, ma, alla fine, i medici sono riusciti a salvargliela, dovendo, però, procedere all'amputazione di tre dita.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi