meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto 12°
Gio, 22/10/2020 - 02:50

data-top

giovedì 22 ottobre 2020 | ore 03:13

'Fratelli Tutti' di Papa Francesco

Un appello alla fraternità. Il nuovo documento magisteriale diffuso il 4 ottobre, memoria di San Francesco d’Assisi.
Assisi - Papa Francesco firma l'enciclica

La stessa struttura del testo di Papa Francesco rispecchia il processo di discernimento che la Chiesa compie per leggere i segni dei tempi che sta vivendo: riconoscere ciò che stiamo vivendo, interpretare i fatti in profondità e poi effettuare delle scelte concrete”. “L’appello alla fraternità non è fatto solo a parole ma viene esplicitato, diventa concreto, richiede dei gesti. Siamo accompagnati dal Papa ad entrare in profondità di questo suo appello, cominciando a renderci conto che viviamo in un mondo iperconnesso ma anche frammentato...” La nuova enciclica sociale di Papa Francesco ‘Fratelli tutti’, pubblicata domenica 4 ottobre ad Assisi, individua nel dialogo l’unico strumento per camminare insieme, consapevoli delle nostre diversità (il dialogo è fondamentale perché ciascuno possa dare il suo apporto e perché ognuno di noi possa imparare dai contributi degli altri), e nella “migliore politica” la modalità più adatta a costruire un popolo basato su relazioni fraterne, individuando nel riconoscimento della dignità altrui un principio ineludibile. In alcuni capitoli il Papa affronta il cuore della carità, facendo comprendere come questa sostiene la fraternità, infine, pone delle piste concrete su cui impegnarsi: la politica, il dialogo, la riconciliazione. Da ciò nasce infine un impegno per tutte le religioni: un invito per gli uomini che condividono le fedi a impegnarsi in questa fraternità universale.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Invia nuovo commento