meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 13°
Sab, 20/04/2024 - 08:50

data-top

sabato 20 aprile 2024 | ore 09:11

'Osservatorio regionale per il trauma maggiore'

Riorganizzare la 'Rete regionale del trauma', attivare un nuovo modello di triage e istituire un 'registro traumi' regionale, con identificazione degli hub e afferenze degli spoke secondo le indicazioni del Ministero della Salute, per migliorare e uniformare i servizi offerti.
Milano - Palazzo Lombardia (Foto internet)

Riorganizzare la 'Rete regionale del trauma', attivare un nuovo modello di triage e istituire un 'registro traumi' regionale, con identificazione degli hub e afferenze degli spoke secondo le indicazioni del Ministero della Salute, per migliorare e uniformare i servizi offerti. Questi i principali obiettivi dell'Osservatorio regionale per il trauma maggiore, riunitosi per la prima volta nei giorni scorsi a Palazzo Lombardia, alla presenza dell'assessore regionale al Welfare Guido Bertolaso e del direttore generale Giovanni Pavesi.

"L'Osservatorio sarà un punto di riferimento - ha affermato Bertolaso - e rappresenta un'esperienza da trasferire a tutto l'ambito dell'emergenza-urgenza. La situazione attuale, in particolare per il Pronto Soccorso, comprende tantissime eccellenze, ma anche situazioni complicate soprattutto a causa della carenza di personale e di procedure non uniformi. Vogliamo armonizzare questo comparto, ottimizzarlo e metterlo a sistema, attraverso un lavoro di squadra. La Lombardia, infatti, possiede professionalità eccellenti - ha concluso l'assessore Bertolaso - che meritano di lavorare nelle migliori condizioni possibili".

La Lombardia è la prima Regione ad applicare le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità per la gestione del trauma maggiore e attualmente l'unica a essere dotata di un registro traumi regionale che permette la valutazione epidemiologica del fenomeno e un'attenta verifica della qualità dell'assistenza prestata in ambito extra e intra ospedaliero.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi