meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Gio, 20/01/2022 - 11:50

data-top

giovedì 20 gennaio 2022 | ore 11:17

"Campaccio: la forza della squadra"

L'emozione che scorre nelle sue parole ha un sapore particolare. Walter Cecchin, sindaco di San Giorgio su Legnano, ha ampi motivi per archiviare con le campane a festa la 65a edizione del Campaccio.
San Giorgio su Legnano / Sport - Campaccio

L'emozione che scorre nelle sue parole ha un sapore particolare. Walter Cecchin, sindaco di San Giorgio su Legnano, ha ampi motivi per archiviare con le campane a festa la 65a edizione del Campaccio. Almeno tre che lui stesso indica in una nota: "La mitica figura di Livio Mereghetti - dice - i cento anni dell'Unione Sportiva Sangiorgese (che è nata appunto nel 1922, ndr) e i miei dieci anni di Campaccio come sindaco". Perchè il Campaccio, e Cecchin lo evidenzia implicitamente, non è semplicemente una corsa ma un momento nel quale San Giorgio si stringe intorno a una delle sue creature predilette e più luccicanti in grado di portarla a contatto con ogni angolo del mondo grazie ai suoi partecipanti. E l'Unione sportiva Sangiorgese ha ricambiato il suo attestato di stima consegnandogli un riconoscimento sul terreno dell'"Angelo Alberti". Cecchin ha parlato di un Campaccio in grado di essere "Un gran bel gioco di squadra dove tutti hanno un compito importantissimo affinchè tutto funzioni al meglio". E si nutre della consapevolezza che "Lavorando insieme si fanno grandi cose perchè sotto il cielo di San Giorgio ci sono solo persone speciali come voi" afferma rivolgendosi all'ampio apparato organizzativo della Sangiorgese. Insomma, un Campaccio all'altezza della sua tradizione che Cecchin porterà come ricordo indelebile in un angolo del suo cuore.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi