meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante -4°
Lun, 06/12/2021 - 04:50

data-top

lunedì 06 dicembre 2021 | ore 04:02

Messa per le vittime di Linate

Domani, venerdì 8 ottobre, alle 10.30, presso il Bosco dei Faggi, all’interno del Parco Forlanini, l’Arcivescovo di Milano, Monsignor Mario Delpini, presiederà la Messa in suffragio delle vittime del disastro aereo di Linate.
Milano - Incidente di Linate (Foto internet)

Domani, venerdì 8 ottobre, alle 10.30, presso il Bosco dei Faggi, all’interno del Parco Forlanini, l’Arcivescovo di Milano, Monsignor Mario Delpini, presiederà la Messa in suffragio delle vittime del disastro aereo di Linate, del quale quest’anno ricorre il 20° anniversario. Al termine della celebrazione, animata musicalmente dal Coro dei Giovani de La Verdi, interverranno il Sindaco Giuseppe Sala, la Vice Presidente di Regione Lombardia Letizia Moratti e la Presidente della Fondazione '8 ottobre' Adele Scarani Pesapane. Seguirà la posa delle corone di fiori e un momento di raccoglimento. La cerimonia terminerà con l’annullo filatelico speciale. Situato all’interno della grande area verde attorno allo scalo aeroportuale milanese, con i suoi 118 faggi il bosco ricorda ognuna delle vittime che l’8 ottobre 2001 morirono in seguito allo schianto sulla pista fra un aereo di linea e un velivolo privato. Scosso dall’enormità della tragedia, il cardinale Carlo Maria Martini, allora Arcivescovo di Milano, volle unirsi ai familiari che in quelle ore drammatiche erano accorsi all’aeroporto per avere notizie dei loro cari. Martini stesso celebrò i funerali in Duomo il 13 ottobre 2001. Da allora gli arcivescovi di Milano hanno sempre ricordato, in alcuni particolari anniversari, questa pagina dolorosa della storia cittadina attraverso celebrazioni e messaggi.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi