meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo coperto, pioggia 18°
Mer, 04/08/2021 - 23:20

data-top

giovedì 05 agosto 2021 | ore 00:31

Taser alle Polizie locali

Accordo raggiunto tra il Governo, le Regioni e le Autonomie locali, che dopo la sperimentazione avviata per le Forze dell'ordine, indica il percorso per la sperimentazione delle armi ad impulsi elettrici per le Polizie locali.
Attualità - Teser (Foto internet)

"Salutiamo con piacere l'accordo raggiunto tra il Governo, le Regioni e le Autonomie locali, che dopo la sperimentazione avviata per le Forze dell'ordine, indica il percorso per la sperimentazione delle armi ad impulsi elettrici, così detto Taser, per le Polizie locali. In sintesi, in Lombardia i Comuni capoluogo di Provincia possono adottare un regolamento con il quale dotare in via sperimentale per sei mesi due operatori di polizia locale di questo nuovo strumento. Il concreto avvio sarà preceduto da un disciplinare elaborato d'intesa con l'Azienda sanitaria territoriale che indica le modalità operative". Lo afferma l'assessore alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in merito alla dotazione di pistole elettriche alle Polizie locali. "La Regione - prosegue De Corato - è pronta a fare la sua parte per la formazione all'uso del Teser. Questo strumento di tutela sarà tra quelli finanziabili con il prossimo bando regionale. Di certo aiuterà gli uomini e le donne in divisa che si dedicano alla tutela della sicurezza nostre città". "Probabilmente il suo uso in situazioni quali quella del 23 febbraio scorso in via Sulmona a Milano o quella che i Carabinieri hanno affrontato il 28 maggio scorso alle Colonne di San Lorenzo sempre a Milano - conclude De Corato - potrebbe rendere più agevole il ripristino della calma i l'immobilizzazione dei facinorosi".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi