meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 11°
Lun, 03/05/2021 - 06:50

data-top

giovedì 06 maggio 2021 | ore 09:40

Sostituzione caldaie edifici pubblici

La giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, di concerto con l'assessore Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), ha approvato una misura da 3 milioni, 300.000 euro sul bilancio 2021 e 2.700.000 euro nel 2022, per la sostituzione di caldaie inquinanti in edifici pubblici.
Territorio - Sostituzione caldaie (Foto internet)

La giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, di concerto con l'assessore Massimo Sertori (Enti locali, Montagna e Piccoli Comuni), ha approvato una misura da 3 milioni, 300.000 euro sul bilancio 2021 e 2.700.000 euro nel 2022, per la sostituzione di caldaie inquinanti in edifici pubblici con altri impianti a bassissime emissioni. La delibera ha tracciato anche criteri e modalità per l'individuazione degli interventi da ammettere al finanziamento. "Sta dando i primi risultati - dice Raffaele Cattaneo - l'accordo che Regione Lombardia ha voluto con Fondazione Cariplo. A conferma della volontà di coinvolgere nelle proprie azioni soggetti coi quali è possibile sviluppare iniziative a favore della sostenibilità ambientale". ATTUAZIONE DI UN ACCORDO QUADRO - Il provvedimento, infatti, dà attuazione all'accordo quadro in campo ambientale stipulato con Fondazione Cariplo, nella parte in cui prevede la collaborazione sul progetto 'Territori virtuosi', promosso dalla Fondazione. Fondazione Cariplo ha selezionato alcuni raggruppamenti di Comuni, che hanno espresso la volontà di efficientare gli edifici di loro proprietà. In particolare, il supporto della Fondazione consiste nell'assistenza tecnica in tutte le fasi di svolgimento della gara, che è impostata come partnership pubblico-privato. DESTINARI DEI FINANZIAMENTI - Si tratta dei comuni di Cardano al Campo (Va), Pioltello e Magnago (Città Metropolitana Milano) e della Provincia di Pavia, le cui iniziative sono state considerate compatibili, per tempi e caratteristiche degli interventi, col finanziamento di parte delle opere mediante i fondi della legge regionale 9/2020 destinati alla sostituzione delle caldaie inquinanti. GLI STANZIAMENTI ENTE PER ENTE - In particolare saranno erogati: 440.124 euro al Comune di Cardano al Campo (Va); 494.449 euro al Comune di Magnago (Città Metropolitana Milano); 1.145.427 euro al Comune di Pioltello (Città Metropolitana Milano); 920.000 euro alla Provincia di Pavia. Il contributo consentirà la sostituzione delle caldaie di 34 edifici, nell'ambito di un'azione più complessiva che prevede l'efficientamento di 65 edifici pubblici. RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA EDIFICI, DA REGIONE GIÀ 14,4 MILIONI - "Con questa misura - spiega Massimo Sertori - prosegue l'esperienza apripista e di successo intrapresa con la Città Metrapolitana di Milano, per la riqualificazione energetica del patrimonio scolastico, sempre nell'ambito del progetto 'Territori virtuosi' di Fondazione Cariplo. Complessivamente - precisa l'assessore Sertori - in questa serie di interventi Regione ha messo in campo 14,4 milioni per un'iniziativa dal valore complessivo di oltre 50 milioni di euro, e che coinvolge 139 edifici". APPROVATI ACCORDO ATTUATIVO, CONVENZIONI E CRONOPROGRAMMA - Con la delibera di oggi sono stati approvati inoltre l'accordo attuativo con la Fondazione Cariplo, per la collaborazione sull'iniziativa, e le convenzioni con gli Enti locali interessati, che disciplinano le modalità di erogazione del contributo. Infine, ha ricevuto il via libera pure il cronoprogramma per la realizzazione degli interventi che prevede come termine ultimo il 15 novembre 2022. La prima rata del contributo regionale sarà trasferita agli Enti con la sottoscrizione della convenzione, quelle successive in diverse tranche che seguiranno lo stato di avanzamento dei lavori. SVILUPPO INTEGRATO AZIONI PER QUALITÀ ARIA - "Gli obiettivi da parte di Regione Lombardia - ricorda Cattaneo - sono quelli di proseguire nello sviluppo integrato di azioni per la qualità dell'aria. Ma anche di offrire un valido contributo a centrare i punti salienti individuati nel Piano clima-energia. Oltre a mitigare le emissioni di gas climalteranti e a favorire l'adattamento ai cambiamenti climatici". "Per fare questo - conferma l'assessore all'Ambiente e Clima di Regione Lombardia - è fondamentale stringere alleanza strategiche con tutti i soggetti pubblici e privati che si prefiggono, come noi, di favorire la transizione verso un ambiente più pulito e adeguato alla vita dei cittadini, come è contenuto anche nel Piano nazionale di ripresa e resilienza".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi