meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue
Mer, 01/12/2021 - 11:20

data-top

mercoledì 01 dicembre 2021 | ore 10:42

No al 'drive through'

La proposta della consigliera di 'Prima Ossona', Monica Porratti, non trova parere favorevole del sindaco Marino Venegoni e di Marisa Sestagalli di 'Vivere Bene a Ossona'. Le motivazioni.
Salute - Drive through (Foto internet)

Un 'Drive through' per l'effettuazione dei tamponi a Ossona? La consigliera di 'Prima Ossona', Monica Porrati, ha lanciato la proposta sostenendone la centralità. Il sindaco Marino Venegoni e il gruppo 'Vivere Bene a Ossona', capeggiato da Marisa Sestagalli, però, hanno ritenuto opportuno non accoglierla. Porrati aveva sottolineato la rilevanza di disporre di un servizio di questo genere sul territorio prima adducendo esempi come quelli di Arluno "Dove questa proposta è stata approvata" e Corbetta dove "Il servizio funziona bene", poi adducendo alcune considerazioni. "In primo luogo - ha sottolineato - la seconda ondata si è rivelata più grave della prima e a quanto pare ci si deve preparare a una terza ondata, molti cittadini non hanno la possibilità di recarsi in strutture spesso lontane per sottoporsi ai tamponi, aggiungiamo che i tempi d'attesa sono sempre più lunghi e i costi sempre più elevati". E, sulla scorta di queste argomentazioni, ha ritenuto opportuno impegnare sindaco e giunta ad attivarsi per creare anche a Ossona un 'Drive through'. Venegoni e Sestagalli hanno motivato la loro contrarietà alla proposta per due ordini di ragioni. "Quanto chiede la consigliera Porrati - ha osservato il primo - lo stiamo già portando avanti a livello di zona grazie all'interlocuzione del sindaco di Magenta, Chiara Calati, con le autorità sanitarie e tra Comuni, ci sembra che un tale punto abbia senso per una popolazione territoriale più ampia e non soltanto per il nostro comune con i suoi 4.500 abitanti". Sestagalli, invece, ha rilevato come "Questa sia una materia di carattere sanitario che non rientra nella competenza dei Comuni e dovrebbe essere gestita quindi da Ats e Asst". I no alla soluzione di Porrati sono, dunque, stati individuati, non nella sostanza della proposta, ma piuttosto sugli aspetti delle modalità che la caratterizzano.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi