meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nessuna nuvola significante
Dom, 29/11/2020 - 22:20

data-top

domenica 29 novembre 2020 | ore 23:11

"Venghino signori, venghino..."

Complimenti a chi ha dato forma all'ospedale in Fiera a Milano. Una realtà in tempi record, ma quella troppa gente all'inaugurazione, dopo i tanti appelli a non creare assembramenti.
Salute - La presentazione del nuovo ospedale in Fiera a Milano

Che strano virus il COVID-19. Perché, da settimane e settimane ormai continuano a ripeterci di stare in casa, niente assembramenti e contatti, ma poi, quando è il momento di inaugurare (o presentare, chiamatelo come meglio preferite) il nuovo ospedale (realizzato a tempo di record) alla Fiera di Milano, allora... "Venghino signori! Venghino". Quasi a dire che il Coronavirus si muove a zone o meglio a luoghi ben precisi (strade, esercizi commerciali, bar, ristoranti, ecc...), risparmiandone altri (i posti istituzionali). Mah... Sia chiaro, qui nessuno sta criticando l'importante e straordinario lavoro messo in campo da più attori e realtà, ci mancherebbe, quello l'abbiamo sempre riconosciuto, raccontandolo anche in più e più occasioni (non smetteremo mai di ringraziarli, infatti, per avere dato forma ad un progetto che sembrava impossibile e che, invece, oggi è una grande realtà); qui, invece, si sta mettendo l'accento sulla scelta delle modalità con le quali è stato fatto, chiamiamolo così, il taglio del nastro. Regione Lombardia e Governo Centrale, insomma, in ogni appuntamento giornaliero (video o tramite le varie interviste) con la popolazione vanno ribadendo, appunto, quanto sia fondamentale rimanere nelle proprie abitazioni e limitare al massimo le uscite (eccezion fatta per le situazioni di primaria necessità: spesa, salute, lavoro, ecc...) e, allora, ecco che, sinceramente, un po' di perplessità ci viene nel vedere le immagini di ieri (31 marzo). Autorità, giornalisti e non solo, e va bene che avevano mascherine, guanti e protezioni varie, mantenendo pure le distanze stabilite, ma sempre e comunque gli uni affianco agli altri. Forse troppi, tutti assieme nello stesso posto e nello stesso momento. Magari l'appuntamento avrebbe potuto essere pensato in maniera differente e si sarebbe, ugualmente, raggiunto l'obiettivo previsto: ossia far vedere al mondo intero la forza della nostra regione e del nostro Paese e dire grazie ad ogni singola persona che in questo progetto ci ha messo e ci sta mettendo anima e corpo.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi