meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 24°
Mar, 17/09/2019 - 10:20

data-top

martedì 17 settembre 2019 | ore 10:58

Il sogno dei 'cinque cerchi olimpici'

Lunedì 24 giugno la decisione ufficiale a Losanna. Milano - Cortina attendo di sapere se toccherà loro ospitare le Olimpiadi invernali 2026. Da Giovanni Malagò ad Antonio Rossi...
Sport - Milano e il sogno 'olimpiadi'

Non una data qualunque, ma la data. Una e soltanto una, il 24 giugno, perché sarà proprio quello l’appuntamento della decisione ufficiale e definitiva. Milano e Cortina ospiteranno, insomma, le Olimpiadi invernali 2026? Beh, ovviamente, la speranza e il sogno sono questi; lo vogliono le due città, lo vogliono le due regioni (Lombardia e Veneto, ndr), in fondo sarebbe un traguardo importante e fondamentale per l’Italia intera. Il tricolore che sventola ad una manifestazione di una simile portata e, soprattutto, lo fa in veste di Paese ospitante... Sì, certo, l’impegno ed il lavoro da qui a sette anni sarebbe grande, però ne gioverebbe il sistema sportivo (e non solo) italiano. Dita incrociate, allora, e attenzione puntata su Losanna, dove, dopo mesi di ispezioni, dossier e promozioni, tra poche ore il Cio annuncerà la scelta finale tra, appunto, Milano - Cortina oppure Stoccolma - Are. Noi ci crediamo: ce la possiamo fare, ce la vogliamo fare!

MALAGO' (CONI): "OTTIMISTI, MA PIEDI PER TERRA"
“Ottimista, certo, ma fin dal primo giorno dico che bisogna stare con i piedi per terra ed avere umiltà”. Il countdown è cominciato e lo sa bene il presidente del CONI, Giovanni Malagò. “Portare le Olimpiadi invernali a Milano significherebbe portarle in una città meravigliosa che sta crescendo e che Attualità - Giovanni Malagò sicuramente completerebbe tante cose importanti fatte negli ultimi tempi con questa straordinaria avventura della candidatura dei cinque cerchi olimpici. Però è qualcosa che è per tutti, per Cortina, per il Veneto, in parte anche per il Trentino Alto Adige e per l’intero sistema italiano, perché, poi, ci sarebbe un beneficio a ‘cascata’ che solo chi sa di cosa stiamo parlando si rende conto di ciò che significa”. Il cosiddetto ‘effetto domino’, come lo chiama lo stesso presidente. “Ci sarà, infatti, lavoro - continua Malagò - Ancora, ecco che il Cio investirà quasi un miliardo di euro. Aspetti che devono sensibilizzarci al massimo per tifare su un simile progetto, che partendo dal presente si proietta al futuro”.

ROSSI (REGIONE): "TRAGUARDO CHE E' OPPORTUNITA'"
L’emozione si mischia con l’attesa e la consapevolezza di avere lavorato bene. E, forse, per lui, che di Olimpiadi (estive) ne ha fatte cinque, il sogno di vedere un’edizione dei giochi olimpici invernali a Milano, dove oggi è sottosegretario di Regione Lombardia ai grandi eventi sportivi, è qualcosa di ancora più enorme. “La sensazione è molto positiva - spiega Antonio Rossi - Ci siamo preparati bene, o, rimanendo nell’ambito dello sport, ci siamo allenati al meglio e, quindi, arriviamo all’appuntamento principale avendo dato il massimo”. Poche ore, insomma, e poi si Attualità - Antonio Rossi saprà la decisione ufficiale. “Speriamo, ovviamente, che sia per noi - ribadisce - Perché riuscire a centrare un simile traguardo, per il nostro capoluogo, ma in generale per la Lombardia, significherebbe avere una straordinaria opportunità sotto vari punti di vista (dall’economico - finanziario al turismo, dalle professioni della montagna, pensando alla Valtellina, alle infrastrutture, con la realizzazione di nuove realtà o la riqualificazione di quelle già esistenti, ecc. fino alle occasioni per i giovani e non solo che si potrebbero concretizzare)”. Tra presente e futuro, da una parte, però senza dimenticare, a livello personale, quel passato da atleta. “Non ho mai partecipato ad un’Olimpiade in casa, avendone fatte cinque estive - conclude - Comunque ho vissuto l’edizione di Torino 2006 ed è qualcosa di veramente emozionante. Già di per sé prendere parte ai giochi olimpici è il sogno di ogni sportivo, quindi farlo nel proprio Paese è ancora più straordinario, in quanto hai vicino gli amici, i familiari, hai molta più attenzione e può essere anche un aiuto per gli atleti, che sentono un maggiore coinvolgimento ed un maggiore trasporto del pubblico”.

LA VIDEOINTERVISTA A GIOVANNI MALAGO'

LA VIDEOINTERVISTA AD ANTONIO ROSSI

Rispondi