meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 23°
Lun, 22/07/2019 - 00:50

data-top

lunedì 22 luglio 2019 | ore 01:06

Sheryl, campionessa di ciclocross

Sheryl Bienati ha centrato il terzo posto alla 40esima edizione del campionato italiano, corso nei giorni scorsi all'Idroscalo di Milano durante il Gran Premio Guerciotti.
Sport - Sheryl Bienati durante la gara

Un terzo posto in un sport che si pratica da appena un anno è un risultato niente male: l'ha portato a casa la buscatese Sheryl Bienati, cimentandosi nel ciclocross, una disciplina che dire dura è poco. 28 anni, nata e cresciuta a Buscate, Sheryl è da sempre una sportiva, appassionata delle discipline più toste, da ' maschiaccio', potremmo quasi dire. “Sono istruttrice di fitness e pilates e da qualche anno insegno pallavolo in una squadra di Minivolley – racconta – Sono appassionata a 360 gradi dello sport e in particolare del motociclismo. Nei momenti di relax mi piace leggere e passeggiare con il mio moroso e i nostri cani”. Per caso, è incappata nel ciclocross: “È una disciplina invernale, svolta su terreni 'off road', dove si alternano tratti da fare a piedi, ostacoli... - spiega - Mi sono avvicinata grazie al mio fidanzato Loris, lui la pratica da anni e per gioco, dopo 17 anni, ho ripreso anche io a pedalare. Con il lavoro che faccio, sono spesso in movimento e riesco a dedicarmi alla bici due o tre volte alla settimana. Solitamente, oltre alle uscite in bici, dove si alternano lavori di potenziamento a quelli più aerobici e ahimè, anche a esercizi in salita, abbino anche del lavoro posturale e della attività a corpo libero per rinforzare la parte alta del corpo e l'addome”. “Pratico questa disciplina da solo un anno, ma nonostante sia una competizione molto maschile, sono in buona compagnia: quest'anno è stato quasi record per il numero di donne partenti alle gare, al campionato italiano FCI eravamo in 19 partenti!”. E nonostante il poco tempo di pratica, Sheryl ha già ottenuto numerose soddisfazioni: “A partire dal terzo posto alla 40^ edizione del campionato italiano, corso all'Idroscalo di Milano durante il Gran Premio Guerciotti. Il percorso era di circa 2700 metri, con pezzi tecnici, rivette e una scalinata da fare ovviamente a piedi. Oltre a qualche podio, quest'anno ho conseguito anche due primi posti, uno in Italia e uno in Belgio, la patria del ciclocross: in quell'occasione ho potuto veder gareggiare quelli 'forti' – come Mathieu Van der Poel, Wout Van Aert e Toon Aerts - dal vivo”. Obiettivi a breve termine? “Iniziare bene la stagione in mountain bike il 10 febbraio e poi, prepararmi al meglio per Schio 2020 (in provincia di Vicenza, ndr), dove il prossimo gennaio si svolgerà il campionato italiano”.

Rispondi