meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 21°
Sab, 13/08/2022 - 00:20

data-top

sabato 13 agosto 2022 | ore 01:29

L'Expo cerca un nuovo 'nome'

Alessio Azzali ci racconta cosa è stato per lui Expo e come ha ideato il nome selezionato tra i finalisti.
Expo - Cerimonia 1 maggio 2016

Sono emozionati gli occhi del giovane Alessio Azzali, 23enne di Vimodrone, in provincia di Milano, mentre domenica 1 maggio assiste, a un anno dall’inaugurazione di Expo, al concerto evento dell’orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala, mentre sullo sfondo svetta, maestoso, l’Albero della Vita. Sua infatti l’idea, tra le dieci selezionate, delle centinaia di proposte pervenute con il concorso di Regione Lombardia ‘Dai un nome all’ex area Expo’. “Expo per me è stato un evento divertente, avevo acquistato il Season Pass per poterlo visitare tutte le volte che lo desideravo” - ci confida Alessio. “Ma è stata anche un’occasione preziosa per conoscere, scoprire, approfondire. Mi ha colpito in particolare il Padiglione Zero, Palazzo Italia e il padiglione del Belgio”. Viene a sapere da un amico dell’iniziativa di Regione Lombardia per il nome post Expo e così, un po’ per gioco, un po’ per sfida,  decide con entusiasmo di cimentarsi. Come è nata la tua idea? “L’idea del nome ‘Area FutuRho’ è nata pensando ad alcune parole che mi sembravano affini con le indicazioni. Ci ho lavorato su, ma, all’inizio, niente di quello che avevo pensato mi piaceva: o troppo banale, o troppo lontano da quanto richiesto. Poi mi sono detto che forse era meglio tornare alle parole iniziali, alla semplicità, e la parola ‘futuro’ mi è sembrata quella migliore su cui lavorare. Ho pensato che se ‘futuro’ è una parola che esprime qualcosa relativo al tempo, dovevo avvicinarci una parola relativa allo spazio: prima ‘parco’, poi ‘zona’, ma non mi aggradavano del tutto. Infine ‘Area’ (dalla precedente Area Expo) mi è sembrato ci stesse bene. E così... Area Futuro. Mi sono detto: ma non vuoi metterci un gioco di parole per creare qualcosa di sfizioso? FutuRho. Perchè anche il territorio vuole la sua parte... Area FutuRho”- ci racconta Alessio. Sarà possibile fino al 20 maggio, sul sito di Regione Lombardia, votare con il sondaggio online il nuovo nome per il sito post Expo, tra le 10 selezionate: DaVinci Village, XXPO, Expolis, Parco delle idee, Milan Innovation District, Futurandia, Techno Campus Milano, NEXTOP, Life Park... e Area FutuRho. L’Area Expo guarda avanti. Da Milano verso Rho in una linea spazio-tempo che porta nel futuro: il futuro è qui, il futuro è Area FutuRho. Come immagini ora quest’area? “Ora spero che l’area diventi il centro del futuro (o meglio FutuRho!) culturale e tecnologico, educativo e ludico per grandi e piccini, sia a livello lombardo e milanese sia a livello nazionale e internazionale”.

Si lavora per le iniziative di questa estate
“Sono state oltre 600 le proposte arrivate al concorso di Regione Lombardia per dare un nuovo nome all’area Expo e abbiamo scelto i migliori, con alcune menzioni”.
Cosi’ l’assessore al Post Expo e Citta’ metropolitana Francesca Brianza, durante la cerimonia di riapertura del sito che ha ospitato l’Esposizione universale, ha voluto commentare i nomi proposti. Dieci le proposte ufficiali: Alessia Zani con ‘Area FutuRho’, Maria Antonia Rigolini e Giovanni Vita entrambi con ‘Expolis’, Giancarlo Griante ‘Parco delle idee’, Samuel Carrara ‘MID - Milan innovation district’, Mauro Coe ‘Futurandia’, Fabrizio Comizzoli ‘Life park’ che e’ stato proposto anche da Alessia Paglialonga, Roberto Madona ‘Tecno Campus Milano’, Fabio Mantovani ‘Da Vinci Village’, Maurizio Molteni ‘Nextop’ e un nominativo, scartato per vizio di forma, ma che riteniamo di ripescare, che e’ ‘ExExpo’”. Ma c’è spazio anche per un po’ di simpatia: “Sono stati quindi individuati tre vincitori con una menzione simpatia, su indicazione del presidente Maroni - ha concluso l’assessore Brianza - e sono quelli di ‘Emmo’’ di Michelangelo Campigli, Roberta Maria Mario con ‘Zigo-zago’ e Giorgio Sivocci con ‘Schiscetta’”. E’ possibile esprimere il proprio voto direttamente dal sito della Regione. Intanto, si pensa anche alla riapertura ufficiale: il 25 maggio l’Open Air Theatre ospiterà il concerto di Andrea Bocelli, organizzato dalla sua Fondazione e da quella di Javier Zanetti. Una serata a inviti, con 2.000 vip attesi e, sul palco, ospiti come Sting. Skin, Laura Pausini e Paul McCartney. “Ci stiamo adoperando per portare l’accesso dell’Open Theatre a 6.500 persone, grazie alle tribune coperte che allestiremo. Ma la scommessa è riaprire al pubblico 130.000 metri quadri del sito Expo dal 27 maggio (dal venerdì alla domenica) per europei, olimpiati, street food, sport e tanti altri eventi da vivere sotto l’Albero della Vita”.


Si ringrazia Enrica Tunesi per le foto

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi