meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole sparse 21°
Mar, 04/10/2022 - 12:50

data-top

martedì 04 ottobre 2022 | ore 13:06

Studio e sport là dove c'è Expo?

La Giunta Nazionale del Coni a 'Pianeta Lombardia'. E si parlerà anche del dopo - Expo. L'idea è creare il più grande Campus Universitario europeo con diversi impianti sportivi.
Expo 2015 - Expo dall'alto (Foto internet)

"Sono lieto che abbiano deciso di riunirsi nel nostro Padiglione, perchè la Lombardia è una eccellenza anche in campo sportivo". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni, al suo arrivo a 'Pianeta Lombardia', lo spazio espositivo di Regione Lombardia a Expo Milano 2015, che oggi ospita la Giunta nazionale del Coni. "Oggi - ha affermato - parleremo anche del dopo-Expo. La nostra idea è che qui si faccia il più grande campus universitario europeo con anche impianti sportivi a disposizione di chi frequenterà questo luogo. Immaginiamo un grande stadio di atletica, una piscina e un palazzo del ghiaccio. Questo è il progetto e penso che il CONI debba essere coinvolto". TEMPI RISPETTATI - Sui tempi con i quali sta marciando il progetto per il post esposizione universale, il Governatore si è detto tranquillo: "La società Arexpo sta procedendo all'individuazione degli advisor. I tempi saranno quelli previsti, alla fine di Expo inizieranno i lavori e si concluderanno secondo il cronoprogramma previsto". FAST POST - Conversando con i giornalisti, Maroni ha anticipato un progetto per mantenere 'vivo' il sito espositivo già dal primo novembre 2016. "Sto studiando un piano - ha fatto sapere – per fare in modo che chiusa l'esposizione universale, quando partiranno i lavori per smontare i padiglioni, l'area Expo rimanga viva e utilizzabile, in attesa della destinazione finale. L'ho battezzata 'Fast post', ossia post Expo veloce. Una serie di iniziative che presenteremo ufficialmente entro fine luglio".

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi