meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 18°
Mar, 16/08/2022 - 06:50

data-top

martedì 16 agosto 2022 | ore 07:03

Colantoni e il Mondiale

Intervista a Maurizio Colantoni, giornalista e commentatore di Rai Sport. Parliamo del Mondiale di volley femminile in corso nel nostro Paese.
Sport Nazionale - Maurizio Colantoni

Giornalista e commentatore di Rai Sport. Una delle voci del volley. Allora, chi meglio ci avrebbe potuto raccontare il Mondiale di pallavolo femminile in corso proprio nel nostro Paese, se non Maurizio Colantoni? Reduce dal fallimentare appuntamento maschile, Maurizio ci confida subito che spera di poter testimoniare stavolta la grande impresa delle Azzurre in patria. “Sarà fondamentale la prima fase: se l’Italia riuscirà a fare punteggio pieno, diventerà veramente pericolosa. Può aspirare alla fase finale di Milano: oltre a Brasile e Russia, le altre squadre sono tutte sullo stesso piano, compresa la nostra Nazionale che ha cominciato a lavorare in ritardo. Il World Grand Prix non è mai stato l’obiettivo di Bonitta. Gli infortuni prima di Bosetti e poi di Ferretti hanno cambiato più volte i piani e non è facile lavorare senza continuità in campo”. Sulle polemiche relative alle convocazioni del coach, Colantoni non ha dubbi: le scelte fatte sono state dettate proprio dall’indisponibilità di alcune giocatrici chiave. “Lo Bianco, Cardullo e Costagrande possono dare garanzie: si conoscono bene, hanno vinto assieme. Credo che vedremo un giusto mix di giovani ed esperte, con Chirichella protagonista al centro e Centoni/Diouf asse in attacco. La giocatrice che può fare la differenza? Lo Bianco. Tutte quelle maglie Azzurre non sono un caso. È una campionessa, tiene più della sua vita al Mondiale. Dalle sue mani possono arrivare tanti palloni perfetti da attaccare”. Il verdetto verrà dal campo, ma: “Come dico sempre #DajeAzzurre!”

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi