meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Cielo sereno 22°
Mar, 09/08/2022 - 00:20

data-top

martedì 09 agosto 2022 | ore 00:50

Allegri in 'bianco e nero'

Dopo le dimissioni di Antonio Conte, la Juventus ha scelto Massimiliano Allegri. Tifosi divisi sul nuovo tecnico e in attesa di sapere perché Conte se ne è andato.
Sport nazionale - Allegri e Conte (Foto internet)

Tutto in neanche 24 ore. Prima le dimissioni di Antonio Conte (arrivate ieri, più o meno attorno all'ora di cena), poi l'annuncio del nuovo tecnico Massimiliano Allegri (stamattina l'incontro la dirigenza, poi nel primo pomeriggio i primi contatti con la squadra e, quindi, la presentazione). La Juventus riparte, insomma, dall'ex mister del Milan che, alla fine, batte la concorrenza (se mai questa ci sia davvero stata) di Roberto Mancini e qualcuno avrebbe anche aggiunto di Sinisa Mihajlovic. Si riparte, ma certo il compito che aspetta Allegri non è dei più semplici (anzi), perché Conte alla Juve era una bandiera, un idolo, una guida, un punto di riferimento sempre e comunque, l'uomo capace di costruire "una macchina perfetta" che in tre anni ha vinto tre scudetti, superando ogni volta record su record. E, poi, ci sono alcuni importanti dubbi su "Max": è vero con i rossoneri è stato bravo a centrare subito il tricolore e le sue cavalcate con la squadra per prendersi la zona Champions League sono sotto gli occhi di tutti, ma è altrettanto vero che l'ultimo anno per lui è stato difficile, per non dire di peggio (esonerato proprio dal Milan dopo un inizio disastroso). Dubbi, dicevamo, ed anche interrogativi. Uno (quello che forse risuona più forte nella testa degli juventini): sappiamo tutti il rapporto che ha avuto il neo allenatore dei bianconeri con Pirlo quando era a Milano, adesso allora? Cosa succederà? Andrea andrà via? La parola al campo, solo il terreno di gioco può dire se avranno fatto bene il presidente Andrea Agnelli ed il suo staff oppure no. Mentre Antonio Conte, prima o poi, dovrà spiegare questa sua scelta di lasciare. Perchè adesso? Perché così?

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. La gratuità del servizio è possibile grazie agli investitori pubblicitari che si affidano alla nostra testata. Se vuoi comunque lasciare un tuo prezioso contributo scrivi ad amministrazione [at] comunicarefuturo [dot] com
Grazie!

Rispondi