meteo-top

Milano / Malpensa

Malpensa Nuvole discontinue 20°
Ven, 29/05/2020 - 14:20

data-top

venerdì 29 maggio 2020 | ore 14:51

Vucinic - Guarin: lo scambio

Colpo di mercato. Juventus e Inter si mettono d'accordo: Vucinic in nerazzurro, Guarin in bianconero. Si stanno definendo gli ultimi dettagli, ma ormai è "cosa fatta".
Sport - Vucinic - Guarin: lo scambio (Foto internet)

Scambio sull'asse Milano - Torino. Quello che non ti aspetti, quello che arriva in un normale lunedì dopo la giornata di serie A (la prima di ritorno) si è appena conclusa. Vucinic - Guarin: sembra davvero ormai "cosa fatta". Il primo all'Inter, il secondo alla Juventus. La "fumata bianca" è di qualche minuto fa, anche se ovviamente bisognerà attendere l'ufficialità da parte delle due società, ma da quanto si è saputo Vucinic avrebbe già liberato il suo armadietto a Vinovo, oltre ad aver salutato gli ormai ex compagni di squadra, pronto a raggiungere Milano a disposizione del tecnico Walter Mazzarri già da domani. Guarin, invece, starebbe sostenendo le visite mediche e si dovrebbe unire al gruppo mercoledì, dopo la gara di coppa Italia tra la Juve e la Roma (mister Antonio Conte avrebbe voluto averlo con sé già domani). Il mercato invernale, insomma, entra nel vivo, con un colpo quasi a sorpresa perché, va bene che se ne era parlato nei mesi scorsi, ma tutto in questo momento sembrava praticamente impossibile. Se i nerazzurri, alla fine, avranno con loro un giocatore fortemente voluto da Mazzarri, che più volte lo aveva chiesto quando allenava il Napoli, i bianconeri andranno ulteriormente a rinforzare il centrocampo, con un calciatore forte fisicamente e dalle ottime qualità. Chi ci guadagnerà? Chissà... saranno il tempo e soprattutto il campo a dircelo.

Sostieni


Siamo al lavoro per offrire a tutti un’informazione precisa e puntuale attraverso il nostro giornale Logos, da sempre gratuito. In queste settimane la pubblicità con la quale riusciamo a garantirti tutto questo, gratuitamente, senza chiederti nulla in cambio, si è ridotta a causa delle conseguenze dell’emergenza Coronavirus. Se puoi, ti chiediamo di sostenere il giornale online con un piccolo contributo.
Grazie!

Scegli il tuo contributo

Rispondi